• Home
  • CRONACA
  • Auto usate: agli italiani piacciono le tedesche

Auto usate: agli italiani piacciono le tedesche

auto mercedesGli italiani amano le 4 ruote e sono sempre più interessati all'acquisto di macchine. Nonostante l’assenza di grossi incentivi statali all’acquisto, anche per questo 2017 il mercato dell’auto si chiude positivamente, registrando una crescita anche nel primo semestre di quest’anno. È questo quanto mostrano i dati del Ministero dei Trasporti: nel primo semestre di quest’anno gli italiani hanno messo su strada un totale di 1.136.331 vetture, un numero dell’8,91% superiore rispetto allo stesso periodo del 2016.

Una crescita unica nel continente europeo e che sembra non conoscere battute d’arresto. E non riguarda solo i nuovi modelli: agli italiani piace anche acquistare auto usate, e il numero di passaggi di proprietà registrati all’ACI lasciano intuire che il mondo dell’auto sia in fermento più in generale. I motivi? Non solo l’aumento delle ZTL e la diffusione delle auto ibride ed elettriche; gli italiani stanno aggiornando il proprio parco auto anche per ridurre i consumi e avere auto più performanti.

Ma cosa preferiscono gli italiani per la loro quattro ruote usata? È un testa a testa Italia-Germania. Noicompriamoauto.it, uno dei nuovi siti per la compravendita di auto usate, ha appena pubblicato uno studio relativo ai 10 marchi di auto più valutati negli ultimi due anni. E i risultati parlano chiaro: tra il 2015 e il 2017 gli italiani al volante sono stati contesi fra il marchio di punta del gruppo FCA e le case automobilistiche tedesche, almeno nella valutazione del proprio usato.

In tutta Italia, infatti, a guidare il mercato è la Fiat, con il 9,52% delle auto valutate. A seguire solo marchi tedeschi: Mercedes (8,37%), BMW (8,34%), Volkswagen (7,01%), Audi (6,82%) e Opel (5,82%). Un primato, quello italiano, minacciato dalle auto Made in Germany e dalla loro tenuta di valore nel tempo.

Un distacco che si fa molto più ridotto se si scende lungo lo Stivale: se al Nord il mercato è dominato dalla Fiat, con BMW seconda e Volkswagen terza… al Sud le cose vanno al contrario. Il marchio torinese è solamente terzo, preceduto dalle auto di Monaco e in prima posizione da quelle di Stoccarda. Con l’eccezione di Napoli, dove il primo marchio è Fiat, al Sud le auto tedesche hanno una tenuta nel tempo maggiore, ma si tratta di un andamento comprensibile: le auto del marchio Mercedes e di BMW sono notoriamente richieste nel mercato dell’usato, ed è probabile che risultino i più valutati proprio per la loro capacità di mantenere un valore nel tempo molto vicino al prezzo pagato per l’acquisto.

Ma cosa compreranno gli italiani in futuro? È difficile dirlo. Molto dipenderà dalle scelte del governo per la prossima finanziaria: quest’anno gli incentivi sono stati pochi, e il mercato è stato rivitalizzato dall'immissione di chilometro zero e auto in leasing. Ma l’uscita dei nuovi modelli e la diffusione dell’elettrico - vero trend del 2017 - sembrano destinati a portare una ventata di novità.

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.