• Home
  • EVENTI
  • Passeggiata gotica notturna a lume di candela a Milano

Passeggiata gotica notturna a lume di candela a Milano

passeggiata notturna 1Venerdì 8 settembre il Circolo del Gotico proporrà Spettri d'estate: lo Spiritismo e la morte nell'Età Vittoriana, una passeggiata gotica, in partenza da Corso Venezia, che si snoderà al lume di una candela.

 

La visita guidata

I partecipanti apprenderanno dalla storica e divulgatrice Jennifer Radulovic, come la morte veniva concepita durante l'Età Vittoriana e come lo Spiritismo si diffuse nell’Ottocento: medium, scienziati e giornalisti saranno evocati attraverso racconti, immagini proiettate all'aperto e documenti d'epoca.

Il ritrovo sarà all'ingresso dei Giardini Indro Montanelli di Piazza Cavour, all’angolo di via Palestro, alle ore 21.00.

La prenotazione è da fare scrivendo a passeggiategotiche@hotmail.com, oppure telefonando al numero 3917487663, il costo sarà di 10 euro, inclusi candela e flambeaux, gratis fino ai 12 anni.

Lo spiritismo

Lo spiritismo arrivò in Inghilterra nel 1850, quando dall’America giunsero alcuni medium tra cui le sorelle Fox ed Elizabeth Barret Browning.

La moda delle sedute spiritiche e la passione per il paranormale si diffuse nel mondo vittoriano, dove la morte e i morti erano una presenza costante, incombente e catalizzante della società, ma al tempo stesso fu avversata come sacrilega e immorale. Il fenomeno assunse connotazioni mondane e divennero abituali, nelle dimore dell’alta società, i tea party con sedute spiritiche durante i quali gli ospiti formavano catene seduti intorno ai tavoli o presunti medium interrogavano spiriti che guidavano la loro mano nella scrittura automatica.

Lo spiritualismo e il paranormale avvicinarono spesso membri di classi sociali diverse, infatti, non era raro il caso in cui in una seduta organizzata nei salotti dell’alta nobiltà la medium fosse una domestica o una donna della classe operaia, attirando ulteriormente le lamentele dei benpensanti e dei tradizionalisti.

È questo ad esempio il caso dei Theobald, una famiglia dell’alta borghesia dove erano morti ben sei bambini in giovane età e solo la cuoca Mary, dotata di poteri paranormali, riuscì a mettere in contatto i genitori con i piccoli, sollevandoli dal senso di colpa per la loro morte e salvaguardando l la serenità del nucleo familiare. I bambini descrissero l’aldilà come “un’infinita distesa di giardini all’inglese, popolata da pony in libertà e sempre illuminata dal sole di un’interminabile giornata estiva”, riportando serenità nell’animo sconvolto della madre.

Questi momenti d’incontro informale tra persone di ambienti diversi, in cui la rigorosa etica e il razionalismo vittoriano erano momentaneamente messi al bando, divennero delle vere e proprie occasioni catartiche in cui le tensioni sociali e le repressioni morali venivano allo scoperto.

Inoltre, le donne e gli uomini si abbandonavano, in nome della possessione spiritica, ad atteggiamenti scandalosi, come assumere laudano e assenzio come catalizzatori delle visioni e le donne erano in camicia da notte per tentare lo sforzo medianico, come accadeva alla più famosa medium dell’epoca, M.me Blavatsky, fondatrice del movimento Teosofico nel 1881.

 

Leggi anche:

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.