• Home
  • CRONACA
  • Donne e Bullismo #PULLAPIG: il gioco che umilia

Donne e Bullismo #PULLAPIG: il gioco che umilia

violenza donneLa nuova "moda" che massacra le donne si chiama #PULLAPIG, nessuna tregua per le donne, una lotta che sembra durare all'infinito.
Le donne combattono da sempre senza arrendersi mai, ma dietro l'angolo c'è sempre un uomo, privo di intelligenza, che vuole salire su un ring e cercare di buttarle giù definitivamente.
Purtroppo questo non è un gioco, ma è la vita reale e si rischia di far del male ai più deboli. Si sa che in una gara tra i due sessi opposti  non avremmo una competizione ad armi pari. Definito come:"il sesso debole ", le donne sono costrette a difendersi da sole ogni giorno, dimostrando spesso di avere molta più materia grigia rispetto a questi inetti. Se siete pronti vi svelo la nuova strategia creata da alcuni "elementi" per umiliare e far sentire inutile il sesso opposto.
Prende piede all'estero, il Pull a Pig è una scommessa tra amici (sfigati ovviamente), che escono e cercano una preda (donna) da illudere e portare a letto.
I sadici ricercano una donna, non molto attraente ovviamente per poi scaricarla, e farle arrivare la propria autostima sotto i piedi.

Pull a Pig, come funziona

Ecco esattamente cos'è il pull a pig, l'umiliazione del  secolo che illude le donne, affinchè alcuni frustrati si sentano più forti e virili ed accrescano il loro ego interiore.
Vittima di questo scherzo, è una ragazza inglese di 24 anni che si trovava in vacanza a Barcellona. Sophie conosce Jessie che cerca in tutti i modi di conquistarla.
Il ragazzo dopo diverse avances è riuscito a portarla a letto, così da vincere la scommessa con  i suoi amici ed essere così il leader della combriccola. Trascorso qualche tempo, la ragazza si è recata in Olanda per rivedere il ragazzo, ma lui le scrive che era stata vittima di una scommessa, e prima di bloccarla le invia un messaggio : "YOU WERE PIGGED".
La  giustificazione è che si tratta di una sciocca scommessa, di uno scherzo, di un passatempo, peccato che in gioco ci siano i sentimenti di persone vere e sensibili ed ogni volta chi ci deve rimettere sono le persone deboli. Che gran scherzo paragonare le donne ad un animale, ma in questi scherzi c'è qualcuno che riesce a ridere?! Non credo! 
Continua la lotta contro il bullismo e le donne sembrano non uscirne mai vincitrici.
Siamo giunti a questo nel 2017 e chissà a cosa andremo incontro con il passare del tempo.

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.