• Home
  • EVENTI
  • Fiera del tartufo a Moncalvo ottobre 2017

Fiera del tartufo a Moncalvo ottobre 2017

tartufo neroAnche questo 2017 a Moncalvo, siamo in provincia di Asti, si svolge la 63esima Fiera del Tartufo, nelle domeniche del 22 e 29 ottobre.

L'evento

Moncalvo vanta una tradizione, legata al Tartufo, che risale al XIV secolo, come testimoniato da un documento che si trova nell’Archivio Storico Comunale datato 1594.

Durante le due domeniche sarà possibile visitare il mercatino dei tartufi, gli stand dei prodotti tipici e dell’artigianato locale, partecipare alle degustazioni enogastronomiche e, per chi lo desidera, fare interessanti acquisti. 

È possibile pranzare, al costo di 35 euro, presso la sede della Sezione del Gruppo Alpini di Moncalvo. Per prenotazioni telefonare al numero: 3283543466.

Contatti: segreteria Tel. 3349224622 – dal lunedì al venerdì dalle ore 15,00 alle 18,00. Oppure: info@fieradeltartufodimoncalvo.it

Un’altra proposta interessante da non perdere e da gustare. 

Programma

Questo il programma previsto:

DOMENICA 22 ottobre 2017

Ore 9,15 apertura e iscrizione espositori

Ore 11,00, nel ridotto del Teatro Comunale, inaugurazione mostra.

Ore 12,30 premiazione – assegnazione del Trofeo Città di Moncalvo “ Tartufo d’Oro”.

Ore 13,00 pranzo per gli espositori di tartufi.

Dalle ore 10,00 alle 18,00 possibile visitare la mostra della pittrice-scrittrice Lella Romano presso il Museo Civico di Moncalvo.

DOMENICA 29 ottobre 2017

Ore 9,15 apertura e iscrizioni espositori.

Ore 12,30 premiazione assegnazione del Trofeo Città di Moncalvo “ Zappino d’Argento”.

Ore 13,00 pranzo per gli espositori di tartufi.

Dalle ore 10,00 alle 18,00 possibile visitare la mostra della pittrice-scrittrice Lella Romano presso il Museo Civico di Moncalvo.

Il menù

Ho accennato alle possibilità enogastronomiche, e ne fornisco un breve elenco:

  • Tartufo Bianco di Moncalvo.
  • Agnolotti alla Monferrina.
  • Bollito misto alla Piemontese.
  • Finanziera, che è un intingolo composto di frattaglie di pollo e di vitello con capperi e funghi.
  • Fritto misto. Piatto unico con cervella, animelle, fegato, polmone e frittura dolce.
  • Bunet, che è un tipico budino del luogo.
  • I vini che si possono degustare, quali il Barbera d’Asti e del Monferrato, il Freisa, il Grignolino, il Malvasia, il Chardonnay DOC e DOCG.

Moncalvo

Moncalvo vanta una storia di tutto rispetto, risalente all’epoca romana, così come interessanti sono i suoi palazzi e chiese, che non si può non visitare. Ne riporto un elenco:

  • Resti del Castello.

  • Casa dei Marchesi di Monferrato.

  • Casa Lanfrancone.

  • Palazzo del Municipio, ex convento.

  • Palazzo Manacorda.

  • Palazzo dal Pozzo.

  • Palazzo Testafochi.

  • Villa Foa.

  •  Chiesa parrocchiale di San Francesco.

  • Chiesa di Sant’Antonio.

  • Chiesa della Madonna delle Grazie.

  • Chiesa di San Pietro in vincoli detta “ La Pieve”.

  • Oratorio di San Rocco.

Come arrivare

Per arrivare nella località di Moncalvo si può via autostrada Vercelli e Casale, oppure Milano – Rho – Novara – Vercelli – Trino – Moncalvo.  In treno da Milano Centrale per Asti. 

È previsto un servizio di bus navetta dai parcheggi alla piazza.

 

Leggi anche:

Seguici su Facebook

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.