• Home
  • EVENTI
  • Maratona bagna càuda a Nizza Monferrato novembre 2017

Maratona bagna càuda a Nizza Monferrato novembre 2017

bagna cauda 2017 nizza monferratoIl 18 e 19 novembre 2017 al Foro Boario di Piazza Garibaldi a Nizza Monferrato, si svolgerà una maratona della bagna càuda". Questo il programma previsto:

Sabato 18 novembre ore 17,00
– Consegna degli attestati ai Comuni soci.
– Proiezione documentario " il Cardo Gobbo di Nizza Monferrato".
– Premio GOBBO D'ORO 2017 conferito all'imprenditore Giovanni Rana.
– Riconoscimento al pizzaiolo Stefano Vola, premiato come pizzaiolo emergente dalla guida Gambero Rosso 2018.
– Rinfresco a cura dell'Agenzia di Formazione Professionale delle Colline Astigiane Agliano Terme – Asti.
– Ore 20,30 Cena della Bagna Càuda.

Domenica 19 novembre:
– ore 12,00 pranzo della bagna Càuda.

Questo il menu di pranzo e cena:
– Tris di antipasti.
– Bagna Càuda con il Cardo Gobbo di Nizza e verdure miste.
– Dolce.
– Vino Barbera
– Acqua.
– Il costo è previsto in euro 22,00 .

Per informazioni e prenotazioni:
prenotazioni online: www.nizzaeventi.it
Ufficio manifestazioni: 0141.720500
Ufficio Turismo: 0141.727516 ( sabato e domenica).

E' previsto anche il raduno della Bagna Càuda dei Camperisti, per informazioni e prenotazioni:

Camper Club Nicese – tel. 388.0653893 – 338.5058712. - info@ccnicese.it

COME RAGGIUNGERE NIZZA MONFERRATO DA MILANO:
in auto tragitto Milano – Pavia – Tortona – Alessandria – Nizza Monferrato.
In treno da Milano Centrale – Torino – Asti – Nizza Monferrato.
In bus da Milano Piazza Duomo – Asti – Nizza Monferrato.

Specificato il calendario, passo ad illustrare cosa è la Bagna Càuda e a fornire qualche notizia sulla cittadina.
Il termine Bagna Càuda, tradotto in italiano è "salsa calda", è una tipica specialità gastronomica della cucina piemontese. Sedersi a tavola a gustare la Bagna Càuda è un rito che viene condiviso da tutti i commensali. È un piatto tipico dell'autunno e dell'inverno, ed è composto da olio extravergine, aglio, acciughe non salate, messo in cottura e ridotto a salsa. È possibile aggiungere anche della panna da cucina, del burro, latte e noci. È servita in tavola in un recipiente in terracotta chiamato " dian o fojot", e si consuma intingendo, se si vuole rispettare la tradizione, il "cardo gobbo di Nizza Monferrato". I vini che accompagnano il piatto sono il Nebbiolo, il Barbera, il Barbaresco o Dolcetto.

La cittadina di Nizza Monferrato, il cui nome richiama il latino Nicea Palearum o della Paglia, tanto che popolarmente è ancora chiamata "Nissa dla Paja", questo perchè anticamente le case di questo borgo avevano i tetti in paglia. Da visitare:
– Chiesa di San Giovanni in Lanero, considerata il duomo di Nizza Monferrato, costruita nel 1772.
– Chiesa di San Siro, nata nel 1311 e in stile barocco.
– Chiesa di Sant'Ippolito, già esistente nel 1297, riedificata nel decennio 1750 – 1760.
– Chiesa della Madonna della Neve, nota anche come chiesa della Madonna del Bricco.
– Oratorio della Santissima Trinità, del 1448.
– Santuario della Madonna di Loreto, fondato nel 1631.
– Chiesa di San Michele e di Sant'Anna.
– Palazzo comunale e Torre Civica, risalente al 1353.
– Palazzo De Benedetti, risalente al XVIII secolo.
– Palazzo Crova, costruito su resti di un precdente castello.
– Foro Boario, costruito sul finire del 1800.

 Leggi anche:
Crema dolce e crema salata di castagne

Ricette milanesi

Seguici su Facebook

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.