• Home
  • MOSTRE
  • L'architettura italiana per la Divina Commedia a Milano

L'architettura italiana per la Divina Commedia a Milano

dante milano sezioni 1Da giovedì 14 dicembre a venerdì 23 febbraio 2018 la galleria milanese SpazioFMG per l’Architettura propone la mostra Sezioni. L’architettura italiana per la Divina Commedia dove 70 autori di diverse generazioni dell’architettura italiana contemporanea reimmaginano il mondo letterario dantesco secondo le sezioni d’Inferno, Purgatorio e Paradiso.

Per anni artisti e illustratori si sono cimentati a immaginare i tre mondi raccontati nella Divina Commedia, rappresentando quest’universo simbolico e narrativo attraverso immagini legate alle Torre di Babele e della Città Celeste, ma in pochi nel Novecento hanno avuto il coraggio di confrontarsi con questo tema, con l’eccezione del Danteum di Giuseppe Terragni, che dava una forma fisica e spaziale al lavoro del poeta fiorentino.

Adesso si è deciso così di portare nuovamente alla luce il tema, attraverso una mostra dove progettisti e designer potessero fornire una personale interpretazione visiva e testuale della più importante opera poetica composta in lingua italiana. 

Luca Molinari, curatore scientifico della galleria dice della mostra “Con la mostra Sezioni, abbiamo voluto coinvolgere i protagonisti dell’architettura italiana in una sfida insolita, che ha prodotto risultati interessanti e sorprendenti. Invitando autori di altissima qualità, appartenenti a diverse generazioni, per ridisegnare la sezione della Divina Commedia, abbiamo voluto definire uno spazio di ricerca inedito, ben al di là dei confini tradizionali del progetto. Crediamo che questa mostra sia un’occasione preziosa non solo per rivendicare l’attualità di Dante nella cultura italiana, ma soprattutto per arricchire il dibattito sull’architettura attraverso il confronto prezioso e proficuo con gli altri campi del sapere”.

In occasione della mostra Spazio FMG è diviso tre ambienti, il primo è l’allestimento, progettato da Alessandro Benetti e Federica Rasenti, con un percorso alla scoperta delle rappresentazioni grafiche, dove nel primo spazio, visibile attraverso le vetrine della galleria, c’è la possibilità di sfogliare una pregiata copia della Divina Commedia corredata dalle incisioni di Gustave Dorè.

Il secondo vede 9 podi formati dalle grandi lastre MaxFine Citystone Grey FMG, con altrettanti tablet, supporto digitale per la lettura di varie citazioni estratte dalla Divina Commedia a cura di Riccardo Buscagli, Professore Emerito di Letteratura italiana dell’Università degli studi di Firenze, che si alterneranno ai testi degli autori partecipanti alla mostra, descrittivi delle loro opere.

L’ultimo ambiente, alla fine del percorso, propone le immagini di viste d’insieme e di dettagli dei settanta disegni, proiettate in loop in uno slide show e porteranno nel cuore delle suggestioni dantesche, oltre ai disegni originali di cinque famosi maestri dell’architettura italiana, Andrea Branzi, Aimaro Isola, Ugo La Pietra, Maurizio Navone e Franco Purini.

Sezioni sarà un’anteprima di una mostra che verrà allestita presso la Reggia di Caserta nel 2018 a cura di Luca Molinari, con esposti tutti i 70 disegni con stampe originali in grande formato.

La mostra è visitabile dal giovedì al venerdì dalle 16 alle 19.30, con una visita guidata dalla redazione di Floornature.com.

Leggi anche: 

Revolution: a Milano la mostra dai Beatles a Woodstock

A Natale regala l’arte con una mostra Electa

Colosseo. Un'icona. La mostra a Roma fino al 7 gennaio 2018

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.