Io, Ludwig Van Beethoven

io ludwig va beethoven minDal 9 al 14 gennaio 2018 è in scena al Teatro Litta lo spettacolo Io, Ludwig Van Beethoven, un racconto emozionante delle lotte e dei successi del grande compositore tedesco. 

Corrado d'Elia ha scritto e interpreta il monologo che ripercorre brevemente l'infanzia e la giovinezza del genio per soffermarsi sul significato delle sue opere più conosciute. La Quinta Sinfonia è il destino che bussa alla porta, un semplice tema di quattro note trasformate in una potente richiesta di ascolto, così come la Nona Sinfonia, conosciuta come l'Inno alla Gioia e creata da Beethoven ispirandosi all'ode del poeta Schiller, è eseguita con una sola mano che suona e non si sposta, come se la gioia fosse tutta interna al musicista.

Si impara molto durante la narrazione di Corrado d'Elia. Scopriamo che Beethoven aveva in testa da dieci anni i quattro movimenti della sua ultima grande opera, la Nona Sinfonia appunto, rappresentata a Vienna per la prima volta il 7 maggio del 1824 scatenando l'acclamazione totale ed esaltata del pubblico, quasi in delirio per quella musica dolce dal forte messaggio umanista di pace e solidarietà.

Conosciamo anche un musicista dannato, frustrato per la perdita dell'udito, un uomo isolato e ombroso, dedito con tutto se stesso alla musica e incurante delle convenzioni sociali. Beethoven è anche il genio incompreso, il creatore dal volto tormentato per i mancati riconoscimenti iniziali, insoddisfazione ricompensata forse del tutto da quella coltre di fazzoletti bianchi agitati la sera di maggio del 1824 a Vienna, tenero gesto che gli spettatori usarono per far "sentire" al compositore sordo i loro plausi.

Da Io, Ludwig Van Beethoven ci resta la grande passione di un artista fuori dagli schemi, che ci viene trasmessa attraverso la forza della voce e dell'interpretazione di Corrado d'Elia, il quale sostiene: "Credo che uno dei compiti di chi fa l'attore sia non solo fare capire il proprio lavoro a chi non lo fa, ma anche parlare delle proprie passioni e dei personaggi che le suscitano. Questa volta è l'amore per la musica e per Beethoven."

Uno spettacolo di sola voce, luci e musica che ci invita a riscoprire i grandi pezzi di chi la Musica l'ha fondata.

Teatro Litta

Corso Magenta 24, Milano
Dal 9 al14 gennaio 2018

Orari: Dal martedì al sabato ore 20.30, domenica ore 16.30

Info e prenotazioni: biglieteria@mtmteatro.it; 0286454545

Seguici su Facebook

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.