Retorbido Festa del Polentone 2018

polentone 2018 1Domenica 11 marzo, a Retorbido, in provincia di Pavia, tornerà la tradizionale Festa del Polentone, con sfilate, appuntamenti per i più piccoli e la distribuzione gratuita di polenta, salamini e vino.

L'origine della festa

Ogni seconda domenica di marzo a Retorbido si ricorda la figura del contadino Bertoldo, protagonista di una serie di novelle di Giulio Cesare Croce, che, secondo una leggenda, era originario di questa zona del Pavese.

La festa fu ideata proprio da Bertoldo per festeggiare il suo rientro in paese dalla corte longobarda e gli abitanti di Retorbido ricordano quest’avvenimento leggendario attraverso un corteo nel quale il furbo contadino sfila insieme al re Alboino e alla regina Rosmunda.

Oggi tutti i presenti possono partecipare alla sfilata, oltre ad aver la possibilità di passeggiare tra le bancarelle del mercato.

Il programma

In programma per l'edizione di quest'anno dalle ore 9.00 alle ore 19.00 ci saranno il corteo con carri allegorici, gruppi mascherati, banda e majorette; un mercatino con tante bancarelle.

Verso le ore 16.00 in piazza Risorgimento l’omaggio di polenta, salamini e vino dell'Oltrepò, tra attrazioni per i più piccoli, con giochi e trucca bimbi e una mostra in teatro.

Retorbido

Retorbido si trova a sud est di Voghera, sulla riva destra del torrente Staffora a 37 km da Pavia, in una zona compresa tra le frazioni di Murisasco e Garlassolo ed estesa fino alla Valle del Rile.

Le prime notizie su Retorbido risalgono allo storico Tito Livio, che racconta che, nel 197 A.C., il console romano Quinto Minucio Rufo sottomise le popolazioni Gallo-Liguri stanziate nella zona conquistando Oppidum Litubium, primo nucleo di Retorbido.

polentone 2018 2Durante l'Alto Medioevo il borgo fu al centro di un’aspra contesa tra le istituzioni comunali pavesi e la diocesi di Tortona, poi nel 1164 la concessione del borgo al Comune di Pavia vide l’arrivo a Retorbido della Casata dei Marchesi di Sannazzaro.

Il borgo fu pochi anni dopo coinvolto nella lotta intrapresa dai Visconti contro il Marchese del Monferrato, alleato con Papa Innocenzo IV, che aveva mire espansionistiche sull'Oltrepo Pavese, cosi Retorbido fu saccheggiato dal Capitano Luchino dal Verme, poiché si era schierato con la fazione Ghibellina.

Il feudo ritornò poi ai Sannazzaro, che usarono le acque dello Staffora per favorire lo sviluppo delle tenute del contado, poi finì nelle mani del condottiero Sforzesco Gerolamo Riario e infine venne accorpato al feudo di Montebello, sotto il controllo dei Beccaria di Sant' Alessio, che vennero però sconfitti dal Re di Spagna Filippo IV.

Nel 1631 il borgo fu messo in vendita e infine acquistato dal nobile Francesco Corti, poi subì la dominazione Austriaca e nel 1753 fu ceduto al Re Carlo Emanuele II di Savoia.

L’ultimo discendente della famiglia Corti, Matteo, morto nel 1841, si dedicò al potenziamento delle strutture agricole, delle fontane e del castello, poi il castello passò alle famiglie Pallavicini, Durazzo Pallavicini e Cattaneo-Adorno.

 

Festa del Polentone di Bertoldo 2018

Dove: Retorbido (PV)

Quando: domenica 11 marzo 2018

Ingresso libero

 

Leggi anche:

LabyrinTea, labirinto multisensoriale a Milano: dal 7 al 13 marzo 2018

Gruppi di cammino nel Parco di Monza e non solo

Armi & Bagagli in fiera a Piacenza 24 e 25 marzo 2018

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.