• Home
  • MOSTRE
  • Non ti abbandoneró mai. Franco Mazzucchelli in mostra al Museo del ‘900

Non ti abbandoneró mai. Franco Mazzucchelli in mostra al Museo del ‘900

Al Museo del Novecento è in corso fino al 10 giugno 2018 la mostra Non ti abbandoneró mai, dedicata alle opere dell’artista milanese Franco Mazzucchelli.

“L’arte ha un ruolo sociale che non dovrebbe essere mai mercificato”

franco mazzucchelli non ti abbandonero mai mostra arte museo novecento 900 milano tiziana leopizziQuesta esposizione si propone di raccontare questo imperativo categorico trasversale presente in tutta la ricerca dell’artista. Sono esposte nel percorso espositivo una serie di opere inedite realizzate tra la metà degli anni ‘60 e la fine degli anni ‘70.

È proprio in questa fase che Franco Mazzucchelli realizza i suoi celebri “gonfiabili”. Si tratta di grandi strutture in PVC e polietilene, che vengono abbandonati in luoghi naturali, piazze o in periferie urbane, e lasciati ai passanti per permetterne un utilizzo non convenzionale e imprevedibile.

Se da un lato la sua ricerca è quindi volta all’uso pionieristico dei materiali plastici, dall’altra si inserisce pienamente nel contesto socio-culturale di quegli anni, un periodo in cui gli artisti cercano di uscire dal museo e di portare l’arte negli spazi pubblici.

Gli interventi di Franco Mazzucchelli sono spesso realizzati senza preavviso e autorizzazione, toccano quelli che possono essere chiamati o definiti “non luoghi”. L’artista li ridefinisce attraverso nuove coordinate: l’opera e la sua sorte, sono determinati proprio dall’intervento del pubblico, il quale può sperimentare nuovi spazi di interazione e appropriazione.

mostra museo novecento milano 900 tiziana leopizziIn Non ti abbandoneró mai sono presentate per la prima volta una selezione di composizioni bidimensionali. Queste opere derivano proprio dalle azioni coeve, in cui l’artista assembla e rielabora fotografie di documentazione dei suoi interventi con frammenti delle stesse opere sopravvissute.

L’esposizione è arricchita da film dell’epoca. Una narrazione visiva che al tempo stesso è un significativo omaggio all’artista. L’intento è quello di voler contribuire a un singolare racconto di impegno sociale e culturale in un Paese in forte cambiamento.

Franco Mazzucchelli, nasce a Milano il 24 Gennaio 1939, si diploma nel 1963 in pittura e nel 1966 in scultura presso l’Accademia di Belle Arti di Brera. A partire dagli anni ‘60 lavora sulla sperimentazione dei materiali plastici. L’artista svolge una ricerca pionieristica che lo conduce alla realizzazione di strutture gonfiabili a grande scala. Sono queste opere installate in luoghi aperti, create e abbandonate con l’intento di istaurare un nuovo rapporto con il paesaggio urbano e naturale.

Simili installazioni vengono utilizzate per indagare il ruolo sociale dell’opera d’arte. La sua ricerca artistica si concretizza nella partecipazione attiva del pubblico: qui è fondamentale anche la contaminazione con lo spazio, scrupolosamente documentata con fotografie e film. Nella seconda metà degli anni ‘70 ai gonfiabili in PVC si sostituiscono delle vere e proprie strutture aeree in polietilene, in cui i visitatori sono chiamati ad entrare. Si genera un’inedita percezione dei luoghi, in cui la trasparenza del materiale gioca un ruolo importante nella rilettura dello spazio “etereo”.
Negli stessi anni Mazzucchelli partecipa a diverse esposizioni personali e collettive, è docente alla Cattedra di “Tecniche della Scultura” e coordinatore del Dipartimento di “Comunicazione Visiva Multimediale” all’Accademia di Brera.
Oggi Franco Mazzucchelli si dedica ad una produzione artistica più intima: geometria e colore si fondono in uno stretto connubio, esaltando il fascino della materia plastica. Nella logica della sperimentazione, la sua ricerca prosegue alla scoperta di nuove percezioni della realtà, facendo affidamento alla complicità dei suoi inseparabili materiali: plastica e aria.

Tiziana Leopizzi

Franco Mazzucchelli. Non ti abbandoneró mai

Dal 08 Marzo 2018 al 10 Giugno 2018

Museo del ‘900

Via Marconi, 1 Milano

Orari: lunedì 14:30-19:30; Martedì, Mercoledì, Venerdì, Domenica 9:30-19:30; Giovedi e Sabato 9:30-22:30

Ultimo ingresso consentito un'ora prima della chiusura del museo. Ingresso gratuito a partire da due ore prima della chiusura del museo e ogni martedì dalle ore 14.00.

Biglietti: intero 5€, ridotto 3€

Leggi anche:

Marte in mostra: un pianeta tutto da scoprire

Sophie Ko. Sporgersi nella notte – La mostra a Milano

Rosa Genoni: una donna alla conquista del ‘900, mostra e convegno presso il Palazzo del Senato

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.