Tumori e cibo: i 5 alimenti da evitare

bbqSiamo ciò che mangiamo e alcuni alimenti e bevande sono nemici della nostra salute, alcuni poi alimentano tumori e patologie gravi. Vediamo perché e quali sono questi alimenti da evitare o da consumare con moderazione.

Il nostro corpo elabora in continuazione il cibo che mangiamo, trasformandolo nell'energia di cui abbiamo bisogno, distribuendolo secondo le varie necessità e cercando di eliminare le tossine rimanenti. Le malattie fanno parte della vita quotidiana ed il nostro corpo le combatte giornalmente utilizzando ciò che consumiamo, carburante fondamentale per il benessere generale. Per questo motivo più mangiamo cibi sani, migliore aiuto diamo al nostro corpo nel suo instancabile lavoro. Alcuni alimenti però invece di aiutare il nostro benessere, contribuiscono a dare carburante ad alcune delle peggiori malattie come il cancro, malattie cardiache, diabete, infiammazioni croniche e molto altro ancora.

Quali sono le cause del cancro? Tra le cause delle mutazioni genetiche c'è l'assunzione o l'esposizione a sostanze cancerogene, radiazioni, obesità, infiammazioni croniche, fumo, virus e una serie di altri fattori che sono risultati essere cancerogeni. In pratica tutto ciò a cui siamo esposti, tutto ciò che respiriamo e quello che mangiamo. Se per alcune cose ci possiamo fare ben poco (esposizione alle onde elettromagnetiche o all'aria inquinata delle nostre città), per ciò che introduciamo nel nostro corpo possiamo invece fare la differenza riducendo notevolmente il rischio di insorgenza di alcune patologie attraverso corrette scelte alimentari e uno stile di vita salutare.

Alimenti che causano il cancro

Il Fondo Mondiale per la Ricerca sul Cancro (WCRF), che ha la missione di promuovere la prevenzione dei tumori attraverso la ricerca e la divulgazione della conoscenza sulle loro cause, ha concluso un’opera ciclopica di revisione di tutti gli studi scientifici sul rapporto fra alimentazione e tumori.

Vediamo quindi una Top 5 degli alimenti che contribuiscono al cancro e che è quindi bene evitare o moderare.

  • BEVANDE ALCOLICHE. La raccomandazione del WCRF è di NON bere assolutamente bevande alcoliche poiché contribuiscono a sviluppare il cancro al seno, al fegato, i tumori delle prime vie aeree e digestive, allo stomaco e al colon. Se proprio non se ne può fare a meno il consiglio è quello di limitarsi ad una quantità pari ad un solo bicchiere di vino di media gradazione (da 120 ml) al giorno per le donne e due per gli uomini, solamente durante i pasti.
  • LE CARNI ROSSE e LE CARNI LAVORATE (tutti i salumi). Limitare il consumo di carni rosse ed evitare il consumo di carni conservate. Le prime sono state dichiarate probabilmente cancerogene sia dal WCRF che dall'Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro (IARC) nel 2015 perché è stato individuato un legame diretto tra queste e  il tumore al colon-retto, primo in termini di incidenza in Italia. L’indicazione del WCRF è di limitarne il consumo a 300 grammi alla settimana. Le carni lavorate (comprendenti ogni forma di carni in scatola, salumi, prosciutti, wurstel) invece sono proprio da evitare in quanto altissima la correlazione con l'insorgenza di tumori.
  • IL SALE: La raccomandazione del WCRF è di limitare il consumo di sale a non più di 5 g al giorno e di evitare quindi cibi conservati sotto sale. Ai bimbi fino ad 1 anno di età zero sale.
  • LE BEVANDE ZUCCHERATE: E' necessario imitare il consumo di alimenti ad alta densità calorica ed evitare il consumo di bevande zuccherate che può portare ad essere in sovrappeso, fattore di rischio per tutti i principali tipi di cancro dei paesi industrializzati (tumori della mammella, intestino, prostata, pancreas, rene, fegato, ovaio, endometrio ed esofago. Gli zuccheri raffinati fanno male, impariamo ad usare il miele, lo zucchero di cocco o lo zucchero d'acero.

Le raccomandazioni utili: 

La raccomandazione è di basare la propria alimentazione prevalentemente su cibi di provenienza vegetale, con cereali non industrialmente raffinati e legumi in ogni pasto e un’ampia varietà di verdure non amidacee e di frutta. Sommando verdure e frutta sono raccomandate almeno cinque porzioni al giorno (per circa 600g); si noti fra le verdure non devono essere contate le patate.

Oltre all'alimentazione è necessario mantenersi snelli per tutta la vita e fare attività fisica tutti i giorni. (è sufficiente un impegno fisico pari a una camminata veloce per almeno mezz'ora al giorno). Sembra ovvio ma il tabacco è una delle principali fonti per assicurarsi un tumore, evitare quindi a tutti i costi.

Da evitare inoltre di seguire diete o pseudo diete di longevità che contrastano sulle solide ricerche scentifiche del World Cancer Research Fund International  che è la principale autorità mondiale nella ricerca sulla prevenzione del cancro legata alla dieta, al peso e all'attività fisica. Sin dalla sua fondazione nel 1982, la rete del Fondo mondiale per la ricerca sul cancro è stata un pioniere nelle informazioni sulla ricerca e la salute sul legame tra cibo, nutrizione, attività fisica e prevenzione del cancro.

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.