Bornasco Sagra delle Rane 2018

bornasco rane 2018 1Da venerdì 6 a domenica 8 aprile, a Bornasco, in provincia di Pavia, si terrà la 44esima edizione della Sagra delle Rane, con conferme e novità.

La Sagra delle Rane

La Sagra inizierà nella sera di venerdì 6 aprile, con la tradizionale processione religiosa per le vie del paese, poi il 7 aprile, Pro Loco, Cittadini Insieme e Bornasco Insieme saranno al Campo Sportivo per lo storico appuntamento con il Palio della Rana e con la Partita del Cuore.

L’ingrediente principale della festa è la rana, preparata in vari modi, fritta o accompagnata a gustose frittate, inoltre sarà presente il banco gastronomico con l'offerta di salumi, carni alla griglia e, naturalmente, specialità a base di rane.

Nel pomeriggio di domenica 8 ci saranno giochi a tema, tra cui il Palio delle Rane, che consiste in una gara dove gli sfidanti devono affrontare un percorso portando una carriola con tre rane dentro, cercando di evitare che queste saltino fuori.

Parteciperanno all'evento anche gruppi musicali, gruppi folcloristici e sbandieratori.

Bornasco

Ma come è nato Bornasco e qual è la sua storia?

Il nome Bornasco deriva dalla parola celtico-latina borna, che significa limite, o dal nome personale latino Bornum o dal più tardo Borronus, come dimostrerebbero alcuni interessanti reperti archeologici di epoca romana.

La Chiesa parrocchiale di Bornasco, consacrata a Santa Maria Assunta, risale nell’aspetto attuale al 1604, poi venne ristrutturata nel 1959 e i sedili del suo coro provengono dalla Chiesa di Santa Croce di Pavia, ora soppressa.

Nella storia di Bornasco è da ricordare l’omonimo eccidio, dove sei partigiani di Genova trovarono la morte poche ore prima della liberazione. Nei primi giorni dell’aprile 1945, quando sembrava vicina la fine dei tedeschi, le carceri di Genova erano ancora piene di detenuti politici.

Nonostante il tentativo del C.L.N. di scambiare alcuni detenuti politici genovesi con i prigionieri tedeschi che erano nelle mani delle formazioni partigiane, nel pomeriggio del 23 aprile una delle ultime colonne tedesche fuggì da Genova con venticinque prigionieri politici usati come scudo umano contro possibili attacchi nemici.

Il 24 aprile, giunto a Bornasco, il convoglio fu vittima di un attacco aereo, cosi i tedeschi fuggirono lascando sulla strada i mezzi con i prigionieri incatenati. Alla fine dell'attacco sull'autocorriera erano morti quattro prigionieri, mentre altri due furono colpiti a morte dalla scorta militare tedesca durante un disperato tentativo di fuga.

Vicino a Bornasco nella frazione di Settimo, che prende il suo nome dal fatto che era al settimo miglio da Pavia sulla strada per Milano, nel XIV secolo fu eretto un castello, poi residenza di campagna fortificata, che venne abitato da Pietro Sacco Commeno, nominato Conte di Settimo da Maria Teresa d'Austria nel 1769.

 

Leggi anche:

Gli Gnocchi protagonisti a Buono a Sapersi con Elisa Isoardi

Milano Marathon, 8 aprile 2018: torna la maratona che attraversa la città

Norah Jones: agli Arcimboldi il suo raffinato Jazz

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.