• Home
  • CRONACA
  • Leporano – Muore soffocato a 2 anni; Lizzano – Ponte Ostone pericolante

Leporano – Muore soffocato a 2 anni; Lizzano – Ponte Ostone pericolante

ambulanzaE’ morto soffocato da un chicco d’uva che non è riuscito ad ingerire. La vittima è un bimbo di due anni che si trovava con i genitori in un’abitazione di Leporano

Un bimbo di due anni è morto soffocato da un acino d’uva che non è riuscito a ingerire, mentre si trovava con i genitori in un’abitazione di Leporano (Taranto). Lo si apprende da fonti dell’Azienda sanitaria locale.

Sul posto, sono prontamente intervenuti i sanitari del 118, i quali hanno praticato le manovre di rianimazione e poi hanno trasportato il bimbo in ambulanza al Poliambulatorio di Leporano. Purtroppo, non c'è stato nulla da fare.

I militari stanno indagando al fine di approfondire la dinamica dell’accaduto. La tragedia ricorda quella di una bimba di Villa Castelli (Brindisi), che meno di venti giorni fa era morta per soffocamento, in egual modo, mentre si trovava con i genitori in una spiaggia di Marina di Lizzano (Taranto).

Le dichiarazioni del presidente del 118

Morti potenzialmente evitabili – interviene Mario Balzanelli, Direttore del Sistema 118 di Taranto e Presidente della Società Italiana dei Sistemi 118 (SIS 118) - occorre chiamare immediatamente, senza alcuna perdita di tempo il 118 ed eseguire le istruzioni che vengono impartite in tempo reale dagli operatori su come effettuare le manovre di disostruzione - e aggiunge - Tutte le mamme e i papà d’Italia devono conoscere le manovre di disostruzione delle vie aeree e saperle mettere in pratica quando occorre, poiché hanno elevate probabilità di consentire il ripristino della ossigenazione e della ventilazione”. Il presidente Sis ribadisce, come ha fatto in altre occasioni che il 118 Italia è gratuitamente a disposizione di tutta la popolazione italiana per il relativo apprendimento ed addestramento.

L’ostruzione delle vie aeree da corpo estraneo uccide, se non si effettua immediatamente la manovre di disostruzione, in media entro 3 - 4 minuti. L’asfissia devasta infatti la corteccia cerebrale in tempi rapidissimi. “È catastrofico perdere secondi, figuriamoci minuti”, conclude il presidente del Sis.

Lizzano – Ponte pericolante

“Stato di grave corrosione sulle staffe e sulle armature dell'infrastruttura stradale”, questo è quanto hanno enunciato gli specialisti in merito alla SP122, ovvero la carreggiata ove è situato il ponte che attraversa il canale dei reflui fognari del depuratore (Ostone).

Uno stato di degrado e di rischio connesso all'utilizzo della provinciale che, stando alle informazioni trapelate, pare che sia stato sottolineato diversi mesi fa, anche dal comandante dei vigili del fuoco. In tale circostanza, ha espresso il suo punto di visto anche un dirigente del genio civile che ha, altresì, confermato l'effettiva situazione dianzi menzionata.

Contestualmente, però, il Comune di Lizzano replica mediante l'esposizione di una perizia affidata a un ingegnere di fiducia, secondo il quale si potrebbe consentire il transito su una sola corsia della carreggiata; soluzione, questa, la quale non ha convinto nessuno.

Inoltre, il problema pare che sia, più che altro, di natura economica, in quanto il Comune non dispone del denaro necessario; perciò è stato consigliato di rivolgersi alla Presidenza del Consiglio al fine di inserire “l'opera Ostone” tra quelle finanziabili a seguito della strage del ponte Morandi (Genova).

Eleonora Boccuni

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.