Milano: Vendita teschi umani su Ebay

teschi umaniTeschi e ossa umane in vendita, anche per un ammontare di 600 Euro cadauno. L'indagine, partita a seguito di una segnalazione giunta da parte del centro Ups di Milano, ha permesso di individuare tre insospettabili, ovvero i destinatari dei pacchi locati tra la Lombardia e il Piemonte

Una storia, quella che ha avuto origine il 28 agosto, la quale pare essere la trama di un film horror, ma che, in realtà, corrisponde a un vero e proprio “mercato delle ossa”, ottenuto mediante la vendita delle suddette su Ebay.

Nello specifico parliamo di teschi umani nascosti dentro pacchi diretti all’estero e intercettati per caso dagli addetti alle spedizioni del corriere Ups di via Fantoli. Due pacchi indirizzati in Svizzera e a San Francisco negli Stati Uniti d’America. Uno spedito il 28 agosto e l’altro il 29, con all'interno addirittura tre teschi. Un mistero che per qualche giorno aveva fatto temere incredibili intrighi internazionali, macabri riti satanici e addirittura l’ombra di un serial killer.

Le indagini dei Carabinieri

Fortunatamente, l'arcano mistero è stato, poi, svelato grazie alle indagini dei militari, i quali, dopo aver individuato i tre soggetti (tra Milano e il Piemonte), li hanno denunciati per traffico di resti umani.

Tre insospettabili collezionisti

Un commercialista, un tecnico informatico e un ingegnere, questi i tre “collezionisti”, i quali si sono definiti “appassionati del genere”.

La loro attenuante? Semplice, hanno sostenuto di non sapere che in Italia fosse vietata la rivendita e detenzione di ossa umane per scopi non scientifici. Giustificazione alquanto improbabile vista la rete internazionale dei loro contatti.

 

La provenienza dei reperti e la perquisizione domiciliare eseguita dai Carabinieri

I reperti provengono da un ossario della Repubblica Ceca, a essere più precisi da Praga.

Nel contempo, i Carabinieri, durante le perquisizioni domiciliari, hanno trovato: 15 teschi, tibie, peroni, frammenti di ossa delle braccia e delle gambe con articolazioni complete e due scheletri intatti.

Le ossa venivano messe in vendita sul web e rivendute in tutto il mondo.

Le condizioni di vendita: un teschio in buone condizioni veniva acquistato a 100 Euro e rivenduto a oltre 600. Oltre 200 Euro, invece, il costo di un singolo osso.

Un mercato, questo, macabro ma considerevolmente florido, il quale in passato aveva interessato soprattutto i paesi asiatici e che, d'altronde, risulta essere vietato dalla Legge in quasi tutti gli Stati.

Eleonora Boccuni

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.