La Stagione di ATIR. On the road

atir

Ancora una volta Atir Teatro Ringhiera propone una stagione itinerante tra i vari teatri milanesi. Teatro Ringhiera, infatti, è assai più che un “teatro” in senso stretto. È piuttosto una comunità di artisti e pubblico che dopo esser stata costretta per ragioni legate a una ristrutturazione non più rinviabile, a lasciare lo storico spazio di Via Boifava, ha incominciato un viaggio appassionante presso varie realtà teatrali milanesi che ne stanno ospitando le produzioni.

La direttrice artistica Serena Sinigaglia, pur rimarcando le difficoltà legate al fatto di non avere una “casa” a disposizione dove proporre i lavori del Ringhiera, ribadisce l'entusiasmo e la carica necessari a proseguire con determinazione l'attività della compagnia che presenta anche questa stagione un'offerta di grande interesse e in grado di stimolare la curiosità del pubblico.

Si parte con La Molli (in scena venerdì  21 settembre presso lo Spazio IN Opera Liquida) con la regia di Gabriele Vacis e l'interpretazione di Arianna Scommegna, opera ispirata alla figura di Molly Bloom personaggio dell'Ulisse di Joyce, ma calata nella realtà milanese del nostro tempo.

Segue Valore d'uso (dal 28 al 30 settembre al Teatro Verdi) con la regia di Antonio Viganò sul tema dell'essere “esposti” che a teatro assurge a una dimensione paradigmatica.

A novembre al Carcano andrà invece in scena Alla mia età mi nascondo ancora per fumare con la regia di Serena Sinigaglia e la drammaturgia dell'autrice algerina Rayahana, storia di un gruppo di donne in un hammam che cercano di sfuggire all' “ira di parenti e uomini barbuti che reclamano il diritto di punire una di loro, ritrovata incinta senza il consenso dei genitori”, in un'esplorazione dell'universo delle donne islamiche in lotta contro una cultura patriarcale, bigotta ed estremista.

Ivan- Liberamente tratto dai Fratelli Karamazov di Dostoevskij, sempre cona la regia di Serena Sinigaglia, sarà invece in scena al Piccolo Teatro Studio Melato dall'11 al 16 dicembre. Sarà il Teatro Gerolamo sempre a dicembre a ospitare Utoya da un testo di Edoardo Erba, andato già in scena con successo l'anno scorso.

Nel programma stagionale figurano anche l'Antigone sofoclea con la regia di Gigi Dall'Aglio inserito nell'abbonamento Invito a teatro in scena all'Elfo Puccini e lo shakesperiano Le Allegre comari di Windsor di nuovo presso il Teatro Carcano a fine febbraio.

In primavera saranno presentati al pubblico Isabel Green, Tragici a pezzi e Per Aspera Ad Astra, quest'ultimo dedicato alla figura della compianta Mia Martini. Il Teatro della Cooperativa ospiterà invece Qui Città di M dall'11 al 19 maggio, da un testo di Piero Colaprico con Arianna Scommegna e la regia ancora una volta di Serena Sinigaglia, un omaggio appassionato alla città di Milano e all'amore che non si può non provare per questa incredibile città.

Sarà, come detto, una stagione on the road, da vivere tutta d'un fiato in attesa che il Ringhiera possa al più presto ritrovare la propria casa, che il suo pubblico quello ce l'ha e sa come tenerselo ben stretto.

Vdi anche:

La stagione del Teatro Fontana #IlTeatroCheFa

La stagione del Piccolo teatro di Milano- Teatro d'Europa 2018/2019

Copyright © 2006 - 2020 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT11086080964