• Home
  • CRONACA
  • Eccellenza a Milano, San Raffaele: spina bifida corretta direttamente in utero

Eccellenza a Milano, San Raffaele: spina bifida corretta direttamente in utero

Spina bifida: operazione effetuata direttamente utero (San Raffaele, Milano)
Al San Raffaele di Milano è stata utilizzata una nuova tecnica per intervenire sulla spina bifida direttamente in utero: la gravidanza potrà proseguire. 

Spina bifida: di cosa si tratta?

Quando si parla di spina bifida si intende la chiusura incompleta di una o più vertebre: ossia non si chiude la parte posteriore del canale neurale che contiene il midollo spinale. Questa patologia comporta gravi disabilità motorie e funzionali.

Eccellenza: San Raffaele

La complessa operazione è durata circa due ore: tramite una incisione dell'utero e strumenti di micro-neurochirurgia è stato possibile correggere la malformazione. L'equipe dell'ospedale San Raffaele è stato coordinato dal primario di Ginecologia e Ostetricia Massimo Candiani e dal primario di Neurochirurgia Pietro Mortini.
La nuova tecnica serve per ridurre possibilità di problemi all'utero e al feto. E' il primo intervento del genere in Europa. La madre - alla 22° settimana di gestazione - è in ottima salute.
Come si legge sul Corriere della Sera: "I bambini con spina bifida operati in utero hanno meno conseguenze neurologiche dopo la nascita e maggiori possibilità di recupero rispetto a quelli operati da neonati. Il processo di riparazione prosegue infatti nelle settimane di gravidanza successive all'intervento portando verso la normalità le strutture e le funzioni neurologiche del feto" ha spiegato il professor Pietro Mortini.
(ottobre 2018) 
Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.