Patologia vascolare e malattia Alzheimer

alzheimerMilano, Palazzo Reale - 10 novembre 2018 h.9-13 - Ingresso libero

ARD Onlus e Federazione Alzheimer Italia insieme per la IX Conferenza di Neurologia

Patologia vascolare e malattia di Alzheimer

Lectio magistralis del prof. Pantoni ‘Il contributo della patologia vascolare al declino cognitivo: riconoscere per prevenire’ e Tavola rotonda con i prof. Mariani, Musicco, Cappa, Vanacore

L’interferenza della patologia vascolare nelle malattie degenerative è l’attuale e rilevante tema che verrà affrontato nella IX Conferenza di Neurologia dal titolo “Patologia vascolare e malattia di Alzheimer” in programma sabato 10 novembre, dalle ore 9 alle ore 13, presso la Sala Conferenze di Palazzo Reale a Milano (piazza Duomo).

Organizzato da ARD-Associazione per la Ricerca sulle Demenze Onlus e dalla Federazione Alzheimer Italia, il convegno scientifico è a ingresso libero (prenotazione obbligatoria fino a esaurimento posti: 02-809767, info@alzheimer.it).

Protagonista del convegno sarà il prof. Leonardo Pantoni - ordinario di neurologia presso l’Università degli Studi di Milano e neo Direttore dell’Unità Operativa Complessa di Neurologia dell’Ospedale Luigi Sacco di Milano - che nella sua Lectio magistralis “Il contributo della patologia vascolare al declino cognitivo: riconoscere per prevenire” illustrerà come la patologia vascolare sia una causa, da sola o in associazione con altri processi neurodegenerativi (tra cui il più frequente e noto è l’Alzheimer), del declino cognitivo che colpisce in maniera sempre più esponenziale la popolazione.

“Tale riconoscimento è importante perché misure preventive e terapeutiche sono possibili nel caso della componente vascolare attraverso un’azione sui fattori di rischio e sulla prevenzione dell’ictus”.

La prevenzione vascolare può quindi aiutare nella patologia degenerativa”, commenta a sostegno il prof. Claudio Mariani, presidente di ARD Onlus, che passa il testimone della direzione della UOC di Neurologia al Sacco al prof. Pantoni. “Numerosi sono gli studi scientifici recenti che rilevano che la prevenzione dei fattori di rischio vascolari (ipertensione arteriosa, diabete, colesterolo, fumo di sigaretta, obesità, vita sedentaria, stress) riduce di più di un terzo i casi di Alzheimer, cioè la malattia degenerativa pura, che rappresenta nel complesso il 60% di tutti i casi di demenza”.

Nella seconda parte della mattinata si terrà la Tavola rotonda, moderata dal prof. Mariani, in cui interverranno tre relatori di fama europea: il prof. Massimo Musicco, dell’Istituto di Tecnologie Biomediche del Consiglio Nazionale delle Ricerche, che farà un focus sull’invecchiamento della popolazione; il prof. Stefano Cappa, ordinario di neurologia presso la IUSS di Pavia e direttore scientifico dell’IRCSS Fatebenefratelli di Brescia, che si concentrerà sulla stimolazione e riabilitazione cognitiva; il prof. Nicola Vanacore, del Centro Nazionale di prevenzione delle malattie e promozione della salute dell’Istituto Superiore di Sanità, che affronterà il tema dei fattori di rischio e delle strategie di prevenzione.

“Sono felice di affiancare ARD Onlus e il prof. Mariani, importante ricercatore e personale amico, in questa iniziativa proposta ai cittadini”, commenta Gabriella Salvini Porro, presidente della Federazione Alzheimer Italia. “In Italia le persone affette da demenza e Alzheimer sono stimate nel complesso in 1.241.000 e noi abbiamo il dovere di diffondere la più corretta e diffusa informazione sia di tipo sociale sia medico scientifico”.

ARD-Associazione per la Ricerca sulle Demenze ONLUS è stata fondata il 2 febbraio del 1994 a Milano per promuovere e sostenere la ricerca scientifica nel settore delle demenze, mediante il conferimento di premi e borse di studio a giovani ricercatori, il finanziamento di ricerche in collaborazione con Istituti scientifici e universitari, l’acquisto di apparecchiature per la ricerca e la diagnostica fine. Svolge istituzionalmente attività di informazione e di formazione. Trae le sue risorse da libere donazioni.

Il presidente è il prof. Claudio Mariani dell’Università degli Studi di Milano.

La Federazione Alzheimer Italia è la maggiore organizzazione nazionale non profit dedicata alla promozione della ricerca scientifica sulle cause, la cura e l’assistenza per la malattia di Alzheimer e la demenza, al supporto dei malati e dei loro familiari, alla tutela dei loro diritti, alla partecipazione alla programmazione della politica sanitario-sociale. Riunisce e coordina 47 associazioni locali che si occupano di demenza.

Lo slogan della Federazione “La forza di non essere soli” descrive la sua volontà e la necessità di creare un’alleanza che impegni istituzioni, medici, operatori sanitari e sociali, associazioni di malati e carer a lavorare insieme con un unico obiettivo: “migliorare la qualità di vita delle persone con demenza e delle loro famiglie”. In 25 anni di storia, la Federazione ha creato e sviluppato numerosi servizi e progetti: la help line Pronto Alzheimer; consulenze gratuite di tipo sociale, psicologico, legale, di terapia occupazionale; corsi di formazione per familiari, volontari, operatori socio-sanitari. Da due anni è inoltre attivo il progetto “Comunità Amiche delle persone con demenza”: un’iniziativa sociale che al momento coinvolge 16 città italiane e che punta a mettere al centro la persona con demenza e la sua famiglia, combattendo lo stigma e l’esclusione sociale.

Nel corso degli anni la Federazione ha inoltre realizzato studi e ricerche in partnership con altre organizzazioni ed enti, tra cui: “Censimento e valutazione delle strutture di cura e assistenza al malato di Alzheimer in Lombardia” con Istituto Mario Negri (2011-2012); “Studio longitudinale sull’invecchiamento cerebrale InveCeAb” con Fondazione Golgi Cenci di Abbiategrasso (2010-2015); “RECAGE” Studio europeo per validare le Unità Speciali di cura per disturbi comportamentali (Horizon 2020, 2018 – 2022).

Dal 2014 collabora con il Ministero della Salute per la stesura e implementazione del Piano Nazionale Demenze.

IX CONFERENZA DI NEUROLOGIA

responsabile scientifico prof. Claudio Mariani - Università degli Studi di Milano


PATOLOGIA VASCOLARE E MALATTIA DI ALZHEIMER

Sabato 10 novembre 2018, ore 9 - Palazzo Reale - Sala Conferenze  Piazza Duomo, Milano

PROGRAMMA

h.9.15

Saluto delle Autorità e introduzione

Claudio Mariani, presidente ARD-Associazione per la Ricerca sulle Demenze Onlus

Gabriella Salvini Porro, presidente Federazione Alzheimer Italia

h.9.30

LECTIO MAGISTRALIS

“Il contributo della patologia vascolare al declino cognitivo: riconoscere per prevenire”

Leonardo Pantoni, professore orinario di Neurologia Università degli Studi di Milano, Direttore UOC Neurologia Ospedale Luigi Sacco di Milano

h.10.30

Coffee break

h.11

TAVOLA ROTONDA

Modera Claudio Mariani, Università degli Studi di Milano, Presidente ARD Onlus

“La popolazione che invecchia”

Massimo Musicco, Istituto di Tecnologie Biomediche, CNR - Consiglio Nazionale delle Ricerche Segrate (Milano)

“Stimolazione e riabilitazione cognitiva”

Stefano Cappa, professore di Neurologia IUSS Pavia, Direttore Scientifico IRCCS San Giovanni di Dio Fatebenefratelli Brescia

“Declino cognitivo: fattori di rischio e strategie di prevenzione”

Nicola Vanacore, Centro Nazionale di prevenzione delle malattie e promozione della salute, Istituto Superiore di Sanità Roma

h.12.30-13

Discussione e conclusioni

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.