• Home
  • TEATRO
  • Più che danza! Festival al Teatro Fontana

Più che danza! Festival al Teatro Fontana

 schermata 2018 11 21 alle 11.40.06 copy

È dal 2014 che al Teatro Fontana va in scena Più che danza! Festival che dà spazio alla ricerca e all'innovazione proposte dagli artisti delle nuove generazioni che, appunto, di danza si occupano.

Quest'anno il Festival avrà in più rispetto alle edizioni passate, un taglio nazionale con uno sguardo attento e partecipe a spettacoli prodotti anche al di fuori della regione Lombardia. Accanto agli spettacoli saranno proposti più laboratori creativi tenuti dai coreografi Marco D'Agostin, Daniele Ninarello e Davide Valrosso.

La settimana del festival sarà quella compresa tra il 26 novembre e il 2 dicembre, mentre la direzione artistica sarà a cura di Franca Ferrari in collaborazione con Teatro Fontana e C.I.M.D., Centro internazionale di movimento e danza, Perypezye Urbane. A sostenere il progetto saranno Fondazione Cariplo e Mibac. È prevista inoltre la collaborazione del festival ConFormazioni di Palermo.

Si comincia il 26 novembre alle 18.30 con l'incontro-convegno Di Luce e d'ombra con la presenza della critica d'arte Emanuela De Cecco, del direttore artistico del Fontana Rossella Lepore e di Letizia Gioia Monda docente di coreografia digitale all'Università La Sapienza. Con loro anche Alessandro Pontremoli docente dell'Università di Torino.

In serata sarà proposto Biografie di un corpo a cura di Davide Valrosso seguito da Meru di Daria Menichetti.

Il 27 novembre sarà la volta di Appunti su pastorale di Daniele Ninarello laddove la pastorale rappresenta un luogo utopico in cui la natura spalanca la propria bellezza all'uomo, uno spazio musicale in cui i corpi non solo si muovono ma sono anche mossi dalla luce. Lo stesso giorno sarà in scena anche Mai Mask di Marianna Andrigo.

Il 28 novembre avremo invece Everything is okay un esperimento sulla stanchezza del guardare a cura di Marco D'Agostin e Vav di e con Paola Ponti che nasce dalla trasformazione di un progetto fallito: un esercizio sulla caduta da un evento al successivo.

Il 29 novembre i due spettacoli proposti saranno invece LevelUp! di e con Claudia Marsicano e Daniele Turconi, ispirato ai personaggi del celebre videogame “Super Mario Bros” ed EXP: ke voudrais commencer par sauter di Francesca Sproccati sul tema dell'odierna crisi del tempo.

il 30 novembre sono previsti It Moves di e con Matteo De Blasio una performance/film sulla parola God e The blue hour di Giorgio Azzone, performance sul momento della giornata in cui la notte svanisce nel giorno.

l'1 dicembre Tommaso Serratore presenta Passenger. Il coraggio di stare, coreografia sul cambiamento. E proprio Cambia-menti si intitola l'altro spettacolo di giornata di e con Elisa Sbaragli parimenti un lavoro sul tema del cambiamento che in una realtà mutevole quale quella odierna appare particolarmente interessante.

L'ultima giornata, quella del 2 dicembre, avrà in scena Phoenix di Luna Paese, sulla danza come medium per stabilire un canale di comunicazione tra le persone e Kalsa di Giuseppe Muscarello, una storia d'amore e di vendetta per quattro danzatori.

Dal 27 novembre all'1 dicembre nei chiostri del Teatro Fontana saranno inoltre presentate pillole da 3 a 8 minuti dei 9 giovanissimi partecipanti al progetto Incubatore del C.I.M.D..

Teatro Fontana

Via Boltraffio 21, Milano

Dal 26 novembre al 2 dicembre

Orari: Dal lunedì al sabato ore 20.30, domenica ore 16.00

Prezzi: Intero 15 euro, Ridotto over 65/Under 14 10 euro

Info e prenotazioni: 0269015733 (dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 18.00)

 

 

Copyright © 2006 - 2019 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT13181390157 MILANO TORINO PAVIA RIMINI