• Home
  • CRONACA
  • Milano – 23enne sbanda e muore; Contromano sull'A1, arrestato 29enne

Milano – 23enne sbanda e muore; Contromano sull'A1, arrestato 29enne

milano centro pixabayUn ragazzo di 23 anni sbanda con la Vespa, sbatte la testa contro un palo in viale Cassala. Il sinistro mortale è avvenuto alle 5 del mattino; il 23enne sarebbe morto non appena giunto all'ospedale San Carlo

Un ragazzo di 23 anni ha perso la vita durante un incidente mortale. Il suddetto, stando alla ricostruzione fatta dai vigili, avrebbe perso il controllo della sua Vespa cadendo a terra e sbattendo, consecutivamente, la testa contro un palo. Questa la dinamica del sinistro che ha fatto perdere la vita a un giovanissimo, il quale è avvenuto alle 5 del mattino, mentre percorreva il cavalcavia delle Milizie. Nello specifico, il 23enne proveniva da viale Cassale e si stava dirigendo verso piazza Napoli. Ancora in fase di accertamento le cause che hanno comportato la caduta.

Nonostante il tempestivo intervento dei soccorsi, non c'è stato nulla da fare per il ragazzo che è deceduto una volta arrivato all'ospedale San Carlo.

 

Contromano sull'A1, arrestato 29enne

Un 29enne cremonese con precedenti penali, è stato arrestato per aver percorso contromano a bordo di un furgoncino Peugeot, il quale, poi, è risultato rubato, il tratto di A1 tra il casello di Lodi e l'uscita di San Giuliano Milanese. Il soggetto in questione avrebbe tentato di sfuggire a un controllo delle forze dell'ordine, causando un incidente in cui sono rimasti feriti lui e tre operai i quali viaggiavano a bordo di un altro furgone con il quale si è impattato frontalmente.

L'uomo si trova ricoverato presso il San Raffaele della città meneghina ed è accusato dalla procura di Lodi che sta indagando per tentato omicidio, ricettazione e resistenza a pubblico ufficiale.

 

L'incidente

Il ragazzo di 29 anni a bordo del furgoncino rubato, dopo aver fatto diversi chilometri, si è trovato davanti un posto di controllo allestito dai carabinieri nei pressi del centro commerciale di Pieve Fissiraga. In quel momento, ha deciso di forzarlo e passare oltre per passare il fermo. Dato che lì vicino c'è l'ingresso autostradale dell'A1 di Lodi, ha pensato di abbattere la barriera e prendere contromano l'autostrada in direzione Milano. Essendoci traffico intenso, lo schianto è stato inevitabile, nello specifico dopo una quindicina di chilometri, all'altezza di San Giuliano Milanese, subito dopo la barriera di Melegnano.

Il bilancio del sinistro è di quattro feriti, due dei quali erano rimasti incastrati tra le lamiere. Sul posto sei ambulanze e i vigili del fuoco.

Eleonora Boccuni

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.