Milano: nella morsa del gelo e della neve

keep calm snowMilano: arriva il freddo e la neve

Una nuova perturbazione atlantica è attesa in questi giorni a partire dalle regioni centrali estendendosi poi lungo le regioni nord-occidentali e l'Emilia-Romagna.

Avremo quindi delle precipitazioni intense che a bassa quota si faranno nevose, portando nuovamente il maltempo sulla penisola.

Allertato il Dipartimento della Protezione civile, che d'intesa con le regioni coinvolte ha provveduto ad attivare i sistemi di protezione civile presenti sui territori interessati. Un nuovo avviso di condizioni meteorologiche avverse è stato poi emanato al fine di controllare i fenomeni meteo e prevenire così le criticità idrogeologiche che sono riportate nel bollettino nazionale di criticità e di allerta a disposizione del cittadino consultando online il sito della protezione civile nazionale (Bollettini di vigilanza meteorologica nazionali)

Entrando nel dettaglio le strade milanesi potrebbero imbiancarsi a partire dal pomeriggio di  lunedì 17 dicembre proseguendo poi fino a metà settimana quando le precipitazioni nevose si faranno meno intense e lasceranno il posto al sole che verrà accompagnato da un leggero aumento delle temperature.

Aumento delle temperature che dovrebbe spezzare la morsa del gelo che negli ultimi giorni ha portato alla morte di alcune persone senza dimora o in difficoltà, non ultimo un sentazetto quarantasettenne, di nazionalità romena trovato, dal personale medico senza vita all'alba nella sala d’attesa dell’ospedale Fatebenefratelli.

Riguardo la mobilità nel capoluogo lombardo non dovrebbero registrarsi disagi essendo il Comune già pronto ad attuare il piano di emergenza ed avendo l’AMSA, l’Azienda Milanese per i Servizi Ambientali, previsto già precedentemente misure speciali come il reclutamento straordinario di spalatori di neve che prevede la possibilità di far intervenire spalatori occasionali nel momento in cui l’intensità delle nevicate sia tale per cui si necessita un intervento rapido ed efficace.

Leggi anche:

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.