Look di Capodanno per lei

modella foto pixabayIn questi giorni di attesa per i festeggiamenti di fine anno, l’interrogativo di tante donne è cosa indossare per la notte di San Silvestro. La risposta giusta sarà una sola: “Dimmi dove vai - e con chi - e ti dirò come vestirti per essere perfetta.

Con un occhio sempre attento alle nuove tendenze, il segreto per individuare l’autfit più adeguato è tenere in considerazione il genere di occasione e di compagnia in cui la festa si svolge.

In discoteca si potrà puntare su un effetto shining per il quale non vi sarà che l’imbarazzo della scelta tra le ultime novità che vedono alla ribalta paillettes, oro o argento totale, abiti metal. Chi proprio non amasse il look troppo luccicante potrà optare per qualcosa di corto - magari a trapezio - in pieno stile cocktail, con belle maniche in primo piano (per es. in pizzo dalla linea essenziale, oppure larghe in tessuto svolazzante), tenendo a mente che le scollature stravaganti si addicono alle meno formose e le frange, specie se lunghissime, sono indicate per le teenager.

borsa gucci capodannoSe il contesto è molto diverso, se si va in ambienti con soggetti istituzionali o comunque in un locale ove sia richiesta una rigida formalità, la musica cambia, tutto cambia, naturalmente anche il look che, neppure per i minimi dettagli, potrà essere informale e disinvolto. Qui sarà ideale l’abito lungo sul quale spacchi e trasparenze la faranno da padrone, ma se proprio non si vuole rinunciare al pantalone, questo dovrà essere a zampa o a palazzo, con gamba larga e vita alta, di tessuto fluttuante, in abbinamento con un top prezioso. Sulle spalle si potrà scegliere tra una giacchina elegante o uno scialle di seta, purché estremamente raffinato.

Volendo trascorrere la notte dell’ultimo dell’anno in montagna a far baldoria in uno chalet con gli amici, vanno accantonati i formalismi, senza con ciò rinunciare all’idea di indossare qualcosa di sfizioso per il Capodanno che va comunque celebrato: un’alternativa adatta alla situazione, che faccia stare bene con sé stessa ma al tempo stesso sia in tono con l’aria di festa, potrà essere un maglioncino in lurex e mohair, anche portato con jeans e pelliccia (tassativamente ecologica se si amano gli animali), ed illuminato da bigiotteria appariscente, con una leggera spolverata di cipria iridescente sul viso, e lip gloss colorato sulle labbra.

Per gli accessori, quest’anno ancor di più che in passato la moda vorrebbe che si indossasse qualcosa di rosso, fermo restando che, con una qualsivoglia décolleté ai piedi ed una pochette tra le mani (anche di colore diverso dal rosso) non si sbaglia mai.

L’acconciatura merita un discorso a parte. Se non si ha il tempo (o la disponibilità economica) di passare mezza giornata dal parrucchiere, vi sono in alternativa soluzioni lampo e, ove occorresse, a costo quasi zero. Per i capelli lunghi, infatti, basta legarli a coda con un fiocco di raso o velluto a finitura (pettinatura portabile con tutto), oppure tirarli su con qualche forcina decorata con strass, per creare in pochi minuti una capigliatura raccolta di sicuro effetto, come si vede fare nei tanti video tutorial presenti in internet. Per i capelli corti può bastare un gel ad effetto semplicemente lucido per un aspetto fine e curato, o un gel glitterato ed eccentrico per le giovanissime che vogliano osare un po’.

Per finire, nonostante i prezzi dell’abbigliamento da cerimonia oscillino tra cifre vertiginose e cifre davvero contenute consentendo pertanto di fare acquisti a misura di qualsiasi portafoglio, può accadere che si disponga di un badget insuffiente per un autfit nuovo di zecca. Pure in tal caso niente paura, la voglia di festeggiare vincerà su tutto.

Basti pensare che, se finanche la regina di Spagna Letizia Ortiz ha indossato un “abito vintage” della suocera Sofia ad un evento come il Premios Nacionales de la Moda al Museo del Traje di Madrid,  e se pure Kate Middleton, duchessa di Cambridge, non di rado ha “riciclato” i suoi vestiti (una volta anche un abito della madre) nelle cerimonie ufficiali e recentemente anche al pranzo di Natale della Regina, dimostrando come si possa essere bellissime e ammiratissime anche ripescando capi abbondantemente datati dal guardaroba di famiglia, allora qualunque donna potrà fare altrettanto per Capodanno, dando prova di intelligenza, versatilità e personalità.

Come salvare in tal caso l’usanza augurale di indossare qualcosa di nuovo nella notte di San Silvestro, senza spendere? E’ semplice: nei grandi magazzini - o in uno dei tanti mercatini - con pochissimi euro si può acquistare uno slip rosso (o una giarrettiera, sempre rossa) da indossare per l’occasione, e la tradizione di buon augurio sarà comunque mantenuta con la spesa più piccola che si possa immaginare. Buon Anno a tutte!

Mirella Elisa Scotellaro

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.