Il viaggio del fazzoletto sporco

fazzoletto acquaEsistono viaggi "piccoli", possono essere quelli che facciamo ogni mattina per andare a lavoro, a scuola.. esistono invece viaggi lunghi, viaggi dolorosi.

Voglio raccontarvi di un piccolo viaggio in cui ho trovato una storia.

Al mattino uscendo di casa ho notato vicino alla mia porta un fazzoletto di carta, ed essendo tardi, non ho avuto il tempo di raccoglierlo per metterlo in un cestino.

L'indomani ho notato che non c'era più e mentre mi accingevo a scendere le scale ho scorto il fazzoletto vicino all'ingresso di un altro appartamento. Ora il problema non era più mio, ma del dirimpettaio.

Una sera mentre rincasavo, ho ritrovato lo stesso fazzoletto sempre più sporco su un altro piano e mi sono detto, "come è possibile che nessuno lo abbia raccolto dopo due giorni". Speriamo che domani l'impresa di pulizia lo butti via definitamente.

Sabato mattina sono andato in cantina e mentre giravo la chiave, ho notato "ancora" quel fazzoletto ormai nero carbone in un angolo, nascosto e ormai maleodorante.

Ho cercato di prenderlo, ma non avevo guanti o qualcosa di fortuna per raccoglierlo.

Sono tornato in casa e distratto per un messaggio sullo smartphone mi sono dimenticato di prenderlo.

E 'passato un mese da quel giorno.

Oggi sono tornato nuovamente in cantina e ho trovato "ancora quel fazzoletto" davanti alla porta della mia cantina.

Stavolta sono tornato in casa, ho preso un pezzo di giornale e finalmente l'ho buttato.

Nel mondo ci sono milioni di fazzoletti che tutti i giorni si spostano nel mondo alla ricerca di luoghi migliori.

Chi riesce ad arrivare, cerca di partecipare alla nostra vita di tutti i giorni, accompagnando e aiutando bambini, adulti e anziani senza distinzione.

Quando non ci servono più o sono diventanti vecchi, vengono buttati negli angoli della nostre città creando sporcizia e degrado, e qualcuno li usa per accendere dei fuochi e scatenare disordine.

A volte invece scompaiono nell'ambiente, come le foglie e aspettiamo che poi gli alberi producano nuova carta per fare dei nuovi fazzoletti.

Ma nelle nostre città il verde "tende a diminuire" e dobbiamo aspettare che altri fazzoletti arrivino da altre parti del mondo. Con la speranza che durante il viaggio non si bagnino troppo, altrimenti non li possiamo più usare.

La carta è vita, la vita non si spreca, la vita si rispetta.

Nel prossimo viaggio che farò sarò più attento al mio fazzoletto.

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.