Blatte in scena a Teatro I

10 blattee

Segnaliamo in scena a Teatro I lo spettacolo Blatte di Michelangelo Zeno con la regia di Girolamo Lucania. Il tema della pièce fa riferimento alle figure dei cosiddetti Hikikomori o ragazzi fantasma, giovani che hanno scelto consapevolmente di ritirarsi dalla vita sociale, alla ricerca dell'isolamento più assoluto come rifiuto estremo e radicale della nostra società e dei suoi valori.

Il protagonista dell'opera è infatti un ragazzo in rotta con la sua famiglia, in particolare con la madre che, dopo la morte del padre, ha scelto di risposarsi, senza che il figlio riesca in alcun modo ad accettare la nuova vita che gli si prospetta.

Nel suo autoconfinarsi all'interno della propria camera Alex, questo il nome del giovane, si abbandona a pensieri stravaganti e fantasticherie che lo portano alla scoperta di una popolazione sconosciuta, le blatte appunto, in una vicenda che assume rapidamente risvolti eroicomici.

Blatte, testo segnalato dalla giuria del premio Hystrio 2018, si sviluppa attraverso un susseguirsi di riferimenti letterari importanti, tra cui spiccano indubbiamente l'Amleto di Shakespeare e l'Hamletmachine di Heiner Muller, che ben si fondono con il panorama culturale contemporaneo grazie anche alle scene coi disegni del graphic-novelist Alberto Ponticelli, alle tracce elettroniche di Daemon Tapes e alla produzioni video di Grey Ladder curate da Alessandro Pisani.

Il lavoro appare di grande interesse, in particolare per la sottolineatura che opera del problema del rapporto del divario intergenerazionale, con giovani sempre più allo sbando in un deserto valoriale che la crisi economica, con la sua messa in discussione del modello di benessere su cui si fonda l'intero sistema, ha reso ancora più evidente.

Non mancano, tra l'altro, in questa avanguardistica contaminazione dei linguaggi, l'evocazione di Kafka e del teatro dell'assurdo con le loro venature tra il tragico e l'esilarante.

Blatte vuole essere il primo spettacolo di una trilogia intitolata idealmente Il tempo dei figli, tutta dedicata, come accennavamo prima al problema del rapporto tra padri e figli alla fine della storia dell'occidente. Il secondo capitolo di tale trilogia sarà, infatti, Tito- Rovine d'Europa ispirato al Tito Andronico shakespeariano.

Teatro I

Via Gaudenzio Ferrari, 11 

Dal 6 all'11 marzo

Orari: dal mercoledi al sabato ore 19.30, gioved', venerdì e lunedì ore 21.00, domenica ore 17.00

Prezzi: Intero 18 euro, convenzionati 12 euro, under26 11,50 euro, over60 9 euro

Info e prenotazioni: tel. 02/8323156 oppure 366/3700770

Pin It