• Home
  • CRONACA
  • Nel Derby un brutto Milan perde faccia e terzo posto

Nel Derby un brutto Milan perde faccia e terzo posto

milan cuore rossoneroNel derby di domenica 17 marzo il Milan esce con le ossa rotte e ancora una volta Gattuso sembra dimostrarsi un allenatore mediocre.

Di questo passo, al club di via Aldo Rossi sfuggirà anche la qualificazione in Champions, gettando alle ortiche, per l'ennesima volta, una stagione.

Pare che Gattuso goda delle simpatie di Gazidis e ciò è grave, perché palesa che Singer junior non ha spiegato all'amministratore delegato i suoi confini, che sono quelli di incrementare le entrate e rivitalizzare gli sponsor. Nell'area tecnica non deve metter becco, altrimenti si replicherà la situazione emersa nell'Arsenal, ricco di sterline e nullatenente circa i trofei incamerati.

san siro pixabayIl Milan ha un altro profilo: deve riconquistare in fretta il vertice del calcio italiano e europeo e mantenersi stabilmente nell' empireo mondiale del pallone ma potrà farlo soltanto se alla guida della squadra ci sarà un trainer eccellente e l'unico profilo adatto in circolazione è quello di Antonio Conte. 

Prima lo capiranno i dirigenti del fondo Elliott, prima il Milan risorgerà, altrimenti si moltiplicheranno, nella stagione, i fallimenti del derby di domenica sera. 

Una delle poche cose sensate pianificate dalla gestione cinese - ossia l'esonero di Gattuso dopo l'umiliante sconfitta a Verona - è stata improvvidamente bloccata da Mirabelli; che, in tal modo, ha dimostrato di essere un direttore tecnico dalle vedute strabiche ed ideologiche.

Ed è ora che i tifosi alzino la voce. 

Gaetano Tirloni

Pin It