• Home
  • MODA
  • La visiera-mania 2019: dallo sport alle passerelle è un attimo

La visiera-mania 2019: dallo sport alle passerelle è un attimo

La visiera-mania 2019: dallo sport alle passerelle è un attimo.
Nei celebri anni'80 la visiera era tutt'altro che un accessorio modaiolo,  fashion o trendy.

La visiera era semplicemente sinonimo di sport, per la precisione tennis, furono realizzate ed utilizzate sui campi da tennis dalle giocatrici per ripararsi dal sole durante i tornei pomeridiani, quando sui campi battevano gli incandescenti raggi di sole. Ora, che sia per merito delle fantastiche giocatrici ed indossatrici dell'oggetto, che sia per l'allure sexy vedo-non vedo ( non vedo forse è più idoneo dato il mix di sole a catinelle e plasticume del cappellino che rendeva ciechi un set si e l'altro no), ad ogni modo la visiera-mania è esplosa diventando l'accessorio più venduto del decennio. Le turiste tedesche in visita in costiera ne sanno qualcosa dopo l'eccezionale fashion boom, vi è stato un periodo di dimenticanza , un po' come accade per tutte le tendenze che finiscono nel cassetto "stand by" .
Poi, all'improvviso arriva il clan Fila che le rispolvera , le lucida , le mette a nuovo e sbam : ecco la nuova imperdibile tendenza 2019 e gli altri marchi ne fanno l'eco.
Fila le preferisce vintage, bianche, un incrocio tra anni'80 e anni '90 ma nuove di zecca nella modellatura un po' come il remake del Re Leone targato 2019.
Dior,il lussuoso marchio francese che punta a distinguersi dagli altri brand a colpi di passerella, ha creato un modello d’occhiali da sole munito di visiera. Già nel 2018, il celebre brand aveva anticipato la tendenza , lo dimostrano le passerelle della primavera/estate. dior visiera diorclub1 arancio dior eyewear

Con la collezione DiorClub1, Il Direttore Artistico Maria Grazia Chiuri ha ridefinito il concetto di eyewear realizzando una visiera dal design futuristico , ma dall'animo retrò. Strutture plastiche e bianche con ampie visiere in giallo trasparente richiamano il coloratissimo tema della collezione. Il tocco in più  del 2018 era la scritta "J'adore" e l'elastico rigorosamente logato. Un altro spoiler della logo mania dello stesso anno.  Regolabile, elegante e assolutamente utile perché attenta anche a proteggere dai raggi UVA e UVB.
Se Dior è il re dei trend e l'anticipatore di tutte le mode, la regina degli ultimi anni è Elisabetta Franchi, donna sagace intuitiva , manager, intraprendente stilista, imprenditrice e chi più ne ha più ne metta. Per una che si è "costruita da sè", lanciare una moda o una tendenza è un po' come lanciare un'altra sfida a se stessa. E anche con quest'ultimo trend fa ben parlare di sè. Glam, chic, avante-garde ma anche passe par tout, le visiere di miss Eli, regalano il tocco decisivo ad ogni sorta di outfit : dalla mattina , per un caffè in centro con le amiche, al pomeriggio, di corsa tra un impegno lavorativo e l'altro se potessimo dare un nome allo stile unico della visiera firmata Elisabetta Franchi sarebbe sporty urban chic ma anche beach chic non sarebbe male, a seconda del mese! Le nuances sono decise : giallo o azzurro?
Questi modelli sono sicuramente di forte tendenza ma anche di prezzo "salatino" . Difatti, se si vuole seguire le tendenze, volando basso, magari in versione low-cost, c'è Kiabi. Pratica, chic al punto giusto e fenomenale nell'assecondare tasche e papille fashioniste.
Non è da meno il colosso dell'e-commerce. Anche Amazon dice la sua in termini di moda. Sunny è la visiera allegra, colorata e spumeggiante in voga tra tutte la fahioniste super addicted ideale per i look luminosi dell'estate. Il modello ricorda quello delle tenniste o delle golfiste di una calda città americana.
Se la visiera fa sport, anche Nike ha il compito di dare la sua : comfort e minimale nel taglio, trendy nel colore sportivamente modaiola.
Quest'anno i modelli sono innumerevoli, la scelta è ardua oltre che vasta, ma fortunatamente la visiera di questa stagione è capace di soddisfare tutti gli appetiti e anche i palati più ricercati e talvolta le tasche più magre. E non importa se costa 10, 100 o 1000 euro, ho visto le visiere più originali comprate per 50 cent al mercatino rionale ma originali, estrose, decise.  La cosa più importante è che quell'accessorio rispetti il nostro mood del giorno, la nostra tendenza, il nostro modo di avvicendarci nel mondo e cavalcare la vita.
Be fashionable, but respect yourself!

Leggi anche:

Conosciamo i prodotti culinari lombardi: il Gorgonzola

Milano Design Week 2019: eventi speciali e feste

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.