Governo Nazionale o Bar Sport?

vitalizi politiciLa politica ci ha abituati a tutto.

Ma lo spettacolo spazzatura di questi giorni ha il sapore della beffa, l'acre gusto del ridicolo.

Il Governo Nazionale, la massima espressione Istituzionale di uno stato Repubblicano, oggi somiglia sempre a quei vecchi “bar sport” dove, nei pomeriggi afosi d’estate si passa la giornata davanti ad una spuma e ad un mazzo di carte.

I litigi per una giocata sbagliata a scopa, briscola o tresette, tuttavia, sono nulla in confronto a quel che, chi ci governa, fa ogni giorno.

Lega e Movimento 5 stelle hanno raschiato (almeno me lo auguro) il fondo del barile ed a farne le spese siamo noi.

Ormai pare chiaro che questa stupida commedia “del cerino politico della crisi” si trascinerà sino alle elezioni europee.

A questo punto la domanda sorge spontanea – per parafrasare il grande Antonio Lubrano-: ma pensano davvero che gli Italiani siano stupidi?

Pensano che massimizzare il risultato delle urne, alle Elezioni Europee permetta loro di arrogarsi il diritto di poter fare e disfare un Paese?

Siamo all’idiozia più becera che delinea, ahinoi, una realtà drammatica: a Palazzo Chigi ci sono bamboccioni incompetenti pronti a svendere il Paese per un voto.

Non è una novità.

I politici sono sempre stati cosi.

Ma nel passato, almeno avevano una dote che la premiata ditta Salvini - Di Maio non ha: la competenza.

Non è il momento, questo, dell’amarcord, ma dell’indignazione si.

E grande.

Cosa pensa di ottenere Salvini mettendosi in posa con un mitra?

Maggior rispetto? O magari qualche voto in più dalle lobby delle armi?

E Di Maio, cosa pensa di ottenere gettando il Senatore Siri -oggi indagato per ipotesi di corruzione - in pasto alla gogna mediatica di uno stupido ed antidemocratico giustizialismo?

Maggiore credito? O magari qualche voto in più da chi pensa di avere una sorta di “aureo e bigotto primato morale”?

Purtroppo, la verità è desolante: in Italia regna sovrana l’ignoranza, nel senso stretto del termine.

E questo deve indignare e preoccupare, poiché ciò che aggrava ancor di più una situazione "compromessa" è che non abbiamo alternative, dato che l’opposizione - per i mali del Paese - ha lo stesso effetto dell’aspirina sul "cancro".

Ma che ci può, ancora stupire?

Che ci si può aspettare da una classe politica dove qualcuno liquida il 25 aprile – pur con tutti i limiti che questa celebrazione ancora possiede, poichè troppo legata ad un passato non ancora colto e superato – come fosse un derby tra fascisti e comunisti?

Nulla. Purtroppo.

Perchè quel che stiamo vivendo è già IL peggio.

Pin It