• Home
  • MOSTRE
  • La mostra Je suis l’autre. Giacometti, Picasso e gli altri

La mostra Je suis l’autre. Giacometti, Picasso e gli altri

I weekend di primavera sono una magnifica occasione per una gita fuoriporta all’insegna dell’arte e della cultura. Al MUSEC di Lugano fino al 28 luglio è incorso la mostra Je suis l’autre. Giacometti, Picasso e gli altri. Il Primitivismo nella scultura del Novecento.

je-suis-l-autre-giacometti-picasso-primitivismo-scultura-novecento-mostra-arte-musec-lugano-tiziana-leopizziDopo una prima tappa alle Terme di Diocleziano a Roma, l’esposizione prosegue mettendo in dialogo ottanta opere tra sculture di grandi maestri del Novecento e capolavori di arte etnica e popolare databili tra il XVIII e l’inizio del XX secolo, insieme a una selezione di opere precolombiane.

Un viaggio tematico attraverso l’atto creativo, l’inconscio e i miti. Il percorso espositivo è concepito come una mappa che guida il visitatore attraverso la rivoluzione formale della scultura del Novecento, nata dall’incontro tra gli artisti delle Avanguardie e l’arte etnica e popolare. È dagli inizi del Novecento che comincia un processo di rinnovamento della scultura, dei suoi linguaggi che aveva già coinvolto la pittura: gli scultori fecero propria l’idea di poter esprimere i loro mondi interiori. L’universo espressivo spontaneo e denotato da una forte carica vitale dell’arte cosiddetta “primitiva” ha rappresentato una vera rivelazione.

In mostra opere di Jean Arp, Enrico Baj, Mirko Basaldella, Adriana Bisi Fabbri, Serge Brignoni, Agustín Cárdenas Karel Appel, Kenneth Armitage, Alik Cavaliere, Lynn Chadwick, Lucio Fontana, Henri Gaudier-Brzeska, Umberto Gervasi, Julio González, Henry Heerup, Ernst Ludwig Kirchner, Gaston Chaissac, Pietro Consagra, Roberto Crippa, André Derain, Jean Dubuffet, Max Ernst, Agenore Fabbri, Pablo Picasso, Arnaldo Pomodoro, Man Ray, Sonja Ferlov Mancoba, Jacques Lipchitz, Piero Manzoni, Marino Marini, André Masson, Luciano Minguzzi, Louise Nevelson, Costantino Nivola, Isamu Noguchi, Regina [Cassolo Bracchi], Raffaello Arcangelo Salimbeni, Salvatore Scarpitta, Fritz Wotruba, Ossip Zadkine.

Al MUSEC, contemporaneamente alla mostra potrete visitare anche tre diverse esposizioni: nello Spazio Maraini, Le metamorfosi della nostalgia. Esotismo e fotografia fra Otto e Novecento (fino al 1° settembre 2019); nello Spazio Tesoro, l’esposizione permanente con una selezione di capolavori delle collezioni del Museo (entrata gratuita); 
nello Spazio Cielo, «Un tesoro ritrovato. Nuove opere della Collezione Brignoni» (fino al 16 giugno 2019). 


Tiziana Leopizzi

Je suis l’autre
Giacometti, Picasso e gli altri
Il Primitivismo nella scultura del Novecento

Fino al 28 luglio 2019

MUSEC – Museo delle Culture
Villa Malpensata

Via Giuseppe Mazzini 5/Via Riva Caccia 5 Lugano

Orari di apertura: tutti i giorni 11:00 – 18:00 Martedì chiuso

Leggi anche:

O amor se faz revolucionário. Anna Maria Maiolino al PAC Milano

Roy Lichtenstein. Multiple Visions

Creativi In Sciopero. La Mostra

Copyright © 2006 - 2019 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT13181390157 MILANO TORINO PAVIA RIMINI