L’oro invisibile

oro invisibile 1Dal 9 maggio al 9 luglio, la Biblioteca Ambrosiana di Milano presenta la mostra L’oro invisibile, con 12+1 opere preziose di Giulio Manfredi, creativo tra i più noti a livello internazionale, dedicate all’Ultima Cena di Leonardo da Vinci, conservata al Cenacolo di Santa Maria delle Grazie a Milano.

L’esposizione, ideata per le celebrazioni del cinquecentenario del genio italiano del Rinascimento, è curata da Alberto Rocca, direttore della Pinacoteca Ambrosiana, e Arnaldo Colasanti, con il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, del Ministero degli Affari Esteri, del Ministero dell’Interno, della Regione Lombardia.

L’oro invisibile è nata da un lungo studio del capolavoro vinciano e da numerose visite al Cenacolo, durante le quali, Giulio Manfredi entra in perfetta sintonia con esso, concentrandosi sulla simbologia delle figure degli apostoli e del Cristo, giungendo a reinventare l’opera leonardesca, ricreando in sculture e pietre preziose il mistero del Cenacolo.

Manfredi interpreta l’armonia del capolavoro vinciano, con i colori e i movimenti dei personaggi, oltre alla misteriosa e sapiente composizione dell'Ultima Cena.

Riprendendo la struttura del Cenacolo, Manfredi al centro pone Gesù, con una corona sottile, una linea orizzontale di luce in oro bianco e i simboli di un antico alfabeto che rappresentano i valori umani come la pace, la famiglia, l’amicizia, mentre al centro ci sono un granato e un diamante, contrassegno di regalità.

Ogni scultura è ricca di riferimenti alla vita e degli apostoli, ad esempio Giovanni, il discepolo preferito da Gesù, è simboleggiato un calice, che indica la fraternità, la convivialità e la gaiezza, impreziosito da smeraldi, simbolo di purezza e spiritualità.

Bartolomeo, che si spinse sino in India, indossa calzari, vissuti e consumati per il lungo cammino, realizzati in oro rosa, argento e con la sardonica, emblema di coraggio, mentre Matteo, autore del primo Vangelo ha una penna sulla sua metamorfosi da esattore a autore del Vangelo, in oro bianco e oro rosso, decorata da stelle di berillio nelle sue varianti più preziose, ovvero acquamarina, eliodoro, smeraldo e Andrea è ricordato con una croce decussata in oro rosa con malachite e zaffiro Ceylon, simbolo di speranza.

Il percorso espositivo, visto in un polittico che riprende la sequenza dettata dall’Ultima Cena di Leonardo, è arricchito dai bozzetti preparatori delle opere.

La mostra in autunno sarà anche in Giappone, presso l’Istituto Italiano di Cultura di Tokyo, progettato da Gae Aulenti.

Orari: da martedì a domenica, dalle 10.00 alle 18.00; chiuso il lunedì

Ingresso: Intero: 15 €; Ridotto: 10 €; Scuole: 5 €; Universitari: 10 €

Leggi anche:

World Press Photo 2019: immagini dal Mondo

Magnum’s first. La prima mostra di Magnum

Roma nella camera oscura

Copyright © 2006 - 2019 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT13181390157 MILANO TORINO PAVIA RIMINI