• Home
  • CRONACA
  • Giampaolo impari da Rocco per riportare il Milan ai vertici

Giampaolo impari da Rocco per riportare il Milan ai vertici

  • Gaetano Tirloni

ac milan dressing room wikipediaDopo settimane di sussurri e grida, finalmente è ufficiale : Marco Giampaolo sarà il nuovo allenatore del Milan per i prossimi due anni, con opzione per il terzo nel caso conquisti qualche traguardo.

Il nuovo tecnico rossonero viene da una gavetta prolungata e per lui gli applausi si sprecano: la piaggeria italica non si smentisce mai. Ma ora arriva per il trainer del Diavolo il difficile, una strada senza ritorno: o conferma i buoni frutti fatti maturare nella Sampdoria e altrove oppure ritornerà nel limbo delle promesse inespresse, nel quale resterà rinchiuso per sempre.

Abbiamo già rilevato in un precedente articolo una pecca del tecnico svizzero: le squadre che ha allenato, tutte, sono arrivate al traguardo stremate, con flessioni preoccupanti nel girone di ritorno. Un simile deficit non gli sarà permesso nell’attuale club, perché ciò significherebbe la mancata qualificazione alla Champions. E si sa che i Singer considerano l'accesso alla massima competizione europea un punto imprescindibile per il prossimo campionato. 

Fossimo in Giampaolo, prenderemmo spunto da un allenatore che consideriamo uno dei più grandi di ogni tempo: Nereo Rocco, detto el Paron. 

Il tecnico triestino, a differenza di molti trainer, attuali e passati, badava poco agli schemi ma molto alle caratteristiche degli uomini che aveva a disposizione. Con Viani - altro celeberrimo stratega, poco citato, ingiustamente - partorì il libero, ovvero l’ultimo difensore davanti al portiere : e da allora le sue difese divennero delle fortezze inespugnabili. Giudicato, a torto, un amante dei bunker, comandava alle sue squadre un gioco armonioso e delizioso, dove un regista, o più spesso un rifinitore, un ispiratore (citiamo un nome per tutti : Gianni Rivera) lanciava le punte in rete, perforando le difese avversarie a piacimento.

Giampaolo eviti di ricalcare le orme di Sacchi, un ossessionato dagli schemi, che avendo a disposizione giocatori megagalattici vinse un solo campionato (vinse è una parola inesatta, fra l’altro : lo raccolse da un Napoli improvvisamente convertitosi al masochismo).

Ben lontano dalla classe e dal carisma di Conte, Giampaolo adatti il gioco del Milan a quanto il parco pedatori a sua disposizione può offrire, evitando di snaturare campioni come Paquetà e Piatek.

E accenda un cero a Nereo Rocco, chiedendogli il giusto carisma, modellato da umanità e buon senso. Sperando che Maldini e collaboratori gli mettano a disposizione qualche giovane talento smanioso si esplodere.

Gaetano Tirloni

Pin It

Copyright © 2006 - 2019 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT13181390157 MILANO TORINO PAVIA RIMINI