• Home
  • CRONACA
  • Fotografia Still life: 5 consigli come ottenere risultati perfetti

Fotografia Still life: 5 consigli come ottenere risultati perfetti

fotografia marchettiRealizzare una fotografia stille life nel migliore dei modi non è sempre facile, ma grazie a una serie di consigli di un professionista si possono ottenere dei risultati perfetti anche senza avere una attrezzatura speciale.


Con il tempo, la fotografia still life è diventata sempre più richiesta per le campagne pubblicitarie o per altre applicazioni. Chi è un fotografo still life ha la possibilità di scegliere tra stili di fotografia più moderna – con luci fredde e molto secche – o versioni più classiche dove le luci soffuse aiutavano a creare un’atmosfera più “ovattata” nell’immagine.

Tuttavia, non è importante quale variante artistica si vuole seguire, perché i suggerimenti presenti in questa guida sono adatti in entrambi i casi. Man mano che si incrementa la propria esperienza, si potrà creare il proprio stile e comprendere quale pensiero è il più ideale per la fotografia che si vuole realizzare.

1. Non avere fretta

È molto importante abituarsi mentalmente che la fotografia è un’arte che comporta molto tempo. La fotografia still life ad esempio, comporta molta concentrazione e lunghe ore di preparazione del soggetto che si andrà a fotografare. Pertanto, si dovrebbe essere in condizioni di calma e (quasi) di concentrazione quasi zen.

La fotografia still life non riguarda solo la composizione e la luce – anche se entrambe sono molto importanti – o l’accumulo di singoli oggetti all’interno della composizione.

Ciò che attira lo spettatore verso questa tipologia di fotografia è in particolare il rapporto reciproco tra gli oggetti e l’armonia di forme e colori.

2. Ricerca una buona luce

Nella fotografia di still life di solito si può gestire tutta l’inquadratura con una sola luce e una serie di riflettori. La luce può provenire sia dalla luce diurna del giorno che da quella artificiale, basta essere pazienti e avere l’esperienza per usare nel migliore dei modi la fonte di luce più adatta per creare l’effetto che si desidera.

Volete creare un’immagine ad alto contrasto basato su un particolare gioco di luci e ombre? In questo caso è bene utilizzare una luce che proviene dall’alto e che illumina con una luce forte tutti i soggetti.

La luminosità che proviene dalle tende bianche di una casa può essere simulata da un softbox nello studio fotografico. Le tende spargono la luce in un modo meraviglioso, dando vita ad un risultato di transizioni tonali sugli oggetti.  La luce che proviene dal nord è la migliore, se si vogliono ottenere delle foto naturali e dal risultato professionale.

Un seminterrato o una soffitta possono essere ideali come studi casalinghi, in quanto in queste stanze si può avere lo spazio per creare il proprio set e allo stesso tempo beneficiare della luce naturale del sole. La combinazione di questi due fattori, renderà lo scatto più emozionante per lo spettatore.

3. Utilizzare riflettori pieghevoli

Anche gli oggetti a volte devono essere illuminati con l’aiuto di un riflettore pieghevole, in particolare quando un lato di un oggetto risulta molto scuro.

Nel caso opposto, se la luce presente negli oggetti dell’inquadratura è troppa si può utilizzare un tessuto di colore nero (o un cartone dello stesso colore). Questo “trucchetto” serve ad ombreggiare le aree troppo luminose e dare agli oggetti un contorno più definito.

4. Selezionare con cura gli oggetti per la scena

Non è semplice trovare gli oggetti migliori da inserire nella propria inquadratura. Per fare degli scatti perfetti di still life, possono essere sufficienti due oggetti di scena e una superficie che valorizzi questi oggetti. Per lo sfondo, un telo o un muro possono essere la scelta più azzeccata. Se il muro ha una texture troppo particolare, può mettere in secondo piano gli oggetti.

È importante che gli oggetti “comunichino” tra di loro. Due vasi molto simili saranno poco interessanti per lo spettatore. Mentre utilizzare un vaso e un oggetto collegato al suo utilizzo, può creare una combinazione interessante da fotografare e ammirare.

Non è bene assumersi un compito troppo difficile, fotografando oggetti che riflettono la luce e molto particolari. Agli inizi, è bene scegliere oggetti che non riflettono la luce e che hanno particolari poco “appariscenti”.

Per chi è alla ricerca di ispirazioni, la cucina e i supermercati sono dei luoghi ideali per trovare qualche idea.

5. Cerca lo scatto perfetto

Uno dei vantaggi della fotografia still life è che si ha tutto il tempo possibile per creare lo scatto perfetto. Bisogna avere uno sguardo critico indipendente, per riuscire a fare lo scatto perfetto.

- Il corpo degli oggetti è ben illuminato?
- Non ci sono aree luminose nell’immagine?
- La composizione è ben equilibrata?

- Si è scattato una foto con dei tremolii?

Forse questo vi può sorprendere, ma quasi nessun altro genere di fotografia permette di riconoscere un errore come la fotografia still life. In questa tipologia di fotografia, è bene utilizzare un treppiede. È il metodo migliore e più veloce per prevenire possibili difetti e per realizzare scatti di qualità.

Fare pratica con la fotografia still life è molto semplice, e per iniziare può essere fatto nella propria abitazione in qualsiasi momento. Tutto quello che si deve fare, è cercare di avere del tempo a propria disposizione e utilizzare delle apparecchiature di qualità.

Copyright © 2006 - 2019 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT13181390157 MILANO TORINO PAVIA RIMINI