Festa del Forno 2019 a Morimondo

festa forno morimondo 2019Per una bella domenica di settembre, allietata da prodotti enogastronomici selezionati, storia e natura, il Comune di Morimondo in collaborazione con la Pro Loco, presso l’Abbazia Cistercense, proporrà la Festa del Forno.

Festa del Forno 2019

Domenica 15 settembre, a partire dalle 12.30 saranno allestiti mercatini enogastronomici con i prodotti dal Pavese e dell'Oltrepo e con un menu meneghino allietato da musica dal vivo, tra salumi, risotti, trippa, arrosto e l'immancabile pan mejn al costo di 15 euro a persona.

Inoltre in Piazza dei Cistercensi si terrà l’appuntamento pomeridiano con il primo Motoraduno di fine estate a cura di Ruote d'Epoca Pavia.

Morimondo

Immersa nel Parco del Ticino tra campagne coltivate a marcite e filari d'alberi, Morimondo ha il suo cuore nella stupenda Abbazia, con lo stemma che ha come simboli la mitra indicativa del potere religioso, il bastone pastorale della dignità vescovile concessa all'abate e la spada che testimonia il potere civile-giudiziario, tra la fitta rete di limpidi canali, i filari di pioppi, i salici si alternano offrendo riparo alle numerose specie faunistiche.

Morimondo è nota per l'Abbazia, fondata nel 1182 e terminata nel 1296, dalla pianta  a croce latina con mattoni a vista, che presenta tre navate separate da poderose colonne con capitelli in pietra tutti differenti, oltre a una serie di stili commisti (romanico e gotico), costoloni differenti, bifore e rosone non centrati, secondo la filosofia architettonica cistercense.

La Chiesa Parrocchiale dei Santi Cornelio e Cipriano, costruita verso il 1620 in sostituzione di una precedente, ha il maestoso campanile del XV secolo, a guglia conica, e ospita dipinti del Migliavacca, oltre a un presbitero con il superbo altare maggiore.

La chiesa ospita le reliquie di San Riccardo Pampuri, medico e religioso dell’Ordine dei Fatebenefratelli, che a Morimondo iniziò la sua attività di medico condotto devoto ai poveri e ai bisognosi, visitando a ogni ora e in ogni sparsa cascina.

Di fronte alla povertà diffusa, Riccardo donava medicine, denaro, alimenti, indumenti e coperte anche in altre località, che si trattasse di malati o semplici bisognosi, poi si accostò all'opera Fatebenefratelli, trasferendosi quindi all’Ospedale Sant’Orsola di Brescia dove iniziò l’anno di noviziato, che lo condusse al suo breve, ma intenso, periodo come sacerdote, terminato con la morte a soli 33 anni.

 

Leggi anche:

Milano MovieWeek, dal 13 al 20 settembre una settimana dedicata al cinema

Yoga Festival 2019 Milano: 3 giorni dedicati allo yoga

Javier Zanetti sabato 14 settembre 2019 al centro commerciale di Novate

Copyright © 2006 - 2019 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT13181390157 MILANO TORINO PAVIA RIMINI