• Home
  • NEWS
  • Milan in difficoltà, su Giampaolo il fantasma di Ranieri

Milan in difficoltà, su Giampaolo il fantasma di Ranieri

  • Gaetano Tirloni

ac milan dressing room wikipediaDopo la meritata - e preventivata - sconfitta nel derby, al Milan, dietro un silenzio di tomba, Maldini e Boban si crogiolano nel dilemma: sostituire subito Giampaolo - allenatore scelto da loro stessi - oppure aspettare l'esisto delle prossime tre gare?

Prevarrà - se non altro per questione di decenza - la seconda soluzione ma l’eventuale rimpiazzo del trainer risolverà solo in minima parte i problemi sul tappeto.

Sponsorizzato fortemente da Sacchi - il quale crede ancora che gli allenatori contino più dei giocatori - , Giampaolo, dopo due mesi, si è dimostrato un trainer mediocre, "talebano" ( la definizione è sua, mica nostra) di una teoria che è solo fumo se non viene implementata dai giusti giocatori. E al Milan non esistono gl' interpreti adatti per gli schemi del tecnico abruzzese.

Se contro Torino, Fiorentina e Genoa, Giampaolo non metterà in cascina almeno 6 punti, la dirigenza rossonera sarà costretta a dargli il benservito. E voci accreditate danno come suo sostituto Massimo Ranieri, buon tecnico ma nulla più.

Intanto l'Inter di Conte - rispettando i pronostici - vola; a scorno e rabbia dei supporter rossoneri, per l' ennesima stagione sofferenti e disorientati.

Ma, per una volta, i Singer (e il loro plenipotenziario Gazidis) raccolgono quanto seminato. Col bilancino non si ricostruiscono squadre da primato. Le massaie - almeno un tempo - avevano un proverbio nel loro bagaglio: esso sentenziava: "chi più spende, meno spende". Nella sua semplicità e verità vale anche per i gestori di uno dei maggiori fondi del mondo.

Gaetano Tirloni

Copyright © 2006 - 2020 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT11086080964