Melatonina: cos'è e a cosa serve

koala sonno pixabayCos'è e a cosa serve la melatonina? È vero che aiuta a migliorare la qualità del sonno? Vediamo in questo articolo di capirne di più, se è efficace e se ha eventuali controindicazioni ed effetti collaterali.

La melatonina è un ormone naturale prodotto dalla ghiandola pineale del nostro cervello che aiuta a mantenere e a ristabilire il corretto equilibrio tra il sonno e la veglia (ciclo circadiano).

La melatonina è quindi collegata ai cicli sonno/veglia, cioè i ritmi circadiani, che sono fondamentali per la salute e il corretto funzionamento dell'essere umano. I livelli naturali di melatonina nel sangue sono più elevati durante la notte e inducono l'addormentamento. Chi ha problemi ad addormentarsi potrebbe quindi trarre giovamento dall'assunzione di integratori di melatonina in quanto hanno proprio un effetto sedativo.

A cosa serve la melatonina

E' bene sapere che la nostra ghiandola pineale produce naturalmente questo ormone e non è necessario assumerla con la dieta, tuttavia, dietro consulto medico, può capitare che per certe persone sia consigliato assumere integratori che "riaggiustano" i ritmi del sonno e della veglia.  Alcune ricerche scientifiche infatti hanno stabilito che gli integratori con melatonina possono essere utili per il trattamento dei disturbi del sonno o per i disturbi da jet lag, per chi fa turni lavorativi notturni e per chi in generale soffre di insonnia. La melatonina infatti agisce nel caso di difficoltà a prendere sonno, andando a ripristinare i naturali ritmi biologici dell’organismo.
Inutile ribadirlo, ma lo facciamo lo stesso: prima di assumere melatonina è assolutamente consigliato di consultare il proprio medico curante, cosi' come per tutti gli altri farmaci.

La scoperta di questo ormone è del 1958 quando il dermatologo Aaron Lerner la isolò nella ghiandola pineale delle mucche, scoprendone la correlazione con l’intensità dello stimolo luminoso.

Integratori con melanina: sono utili?

E' bene sapere che la nostra ghiandola pineale produce naturalmente questo ormone e non è necessario assumerla con la dieta, tuttavia, dietro consulto medico, può capitare che per certe persone sia consigliato assumere integratori che "riaggiustano" i ritmi del sonno e della veglia.  Alcune ricerche scientifiche infatti hanno stabilito che gli integratori con melatonina possono essere utili per il trattamento dei disturbi del sonno o per i disturbi da jet lag.
Inutile ribadirlo, ma lo facciamo lo stesso: prima di assumere melatonina è assolutamente consigliato di consultare il proprio medico curante, cosi' come per tutti gli altri farmaci.

Melatonina: le controindicazioni

Anche se non vi sono particolari controindicazioni per l'uso di melatonina per un breve periodo, è necessario controllare se il soggetto non abbia particolari inidoneità al suo utilizzo o all'utilizzo combinato con altri farmaci. Maggiore attenzione per l'utilizzo su bambini mentre si raccomanda di non utilizzare questa sostanza in bambini di età inferiore a sei mesi.
Sconsigliato per donne in gravidanza o in allattamento.
Gli effetti collaterali più frequenti della melatonina possono includere: mal di testa, vertigini, spossatezza, sonnolenza.

Evitare di prendere in dosi eccessive e senza prescrizione medica cosi' come è bene evitarla in caso di particolari patologie come tachicardia, depressione, ansia ed ipertensione.

Leggi anche:

I poteri del Sale grosso contro la negatività: misticismo o verità

Digiuno salutare: come pulire il nostro organismo

Copyright © 2006 - 2019 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT13181390157 MILANO TORINO PAVIA RIMINI