• Home
  • TEATRO
  • Tradimenti di Pinter al Teatro Fontana

Tradimenti di Pinter al Teatro Fontana

  • Mariella Bussolati

tradimentiSulla scena compare un'enorme tabellone, pieno di incomprensibili lettere. Ma sarà proprio questa la chiave che permetterà di orientare lo spettatore nella complicata vicenda di Tradimenti, l'opera di Harold Pinter portata in scena dal regista Michele Sinisi e dagli attori Stefano Braschi, Stefania Medri con Sinisi stesso, al Teatro Fontana. La trama è in un certo senso banale: tutte le coppie si tradiscono, spesso intrecciando rapporti di amicizia e di lavoro. In più, per Pinter, è stata biografia: la relazione extraconiugale di cui parla è quella che lui ha avuto con una giornalista della Bbc, proprio negli anni in cui è ambientato il suo racconto. Ma quest'opera, una delle più celebri dello scrittore, rispecchia il suo stile:  non ci racconta dunque solo un’ordinaria storia di infedeltà coniugale, ma ci fa percorrere un viaggio nella memoria da cui, a poco a poco, riemerge un mondo fatto di apparenze e del quale, forse non si può che percepire solo l'assurdo.

Il tabellone dunque è fondamentale, perché le lettere diventano parole e date, che permettono di orientarsi nel racconto a ritroso, che parte dal 1977, due anni dopo che gli amanti si sono lasciati, e torna, attraverso momenti di amore, rivelazioni all'uno e all'altro, dichiarazioni, ricordi, al primo istante di qualcosa che poteva essere magico, ma che in questa rappresentazione invece non è. Certo all'epoca in cui Tradimenti è apparso, il 1978, forse il tema era ancora scottante. Ora non lo è più. Qui emergono dunque altri aspetti, come le maschere che i personaggi, e ognuno di noi nella vita, indossano e si scambiano.

E  appare anche l' inganno del tempo, sottolineato da un apparente assurdo intervallo musicale verso la fine della rappresentazione. E' la memoria in realtà a tradire davvero, perché modifica il passato e cambia le apparenze, comprese quelle del sentimento. Così i due rivali possono diventare amici, e il marito può perfino arrivare a dichiarare alla moglie che forse si sarebbe dovuto innamorare dell'altro.

Teatro Fontana
via Boltraffio 21

dal 13 al 24 novembre

Orari: da martedì a sabato  ore  20.30, domenica ore  16.00

Prezzi: Intero 21 euro, giovedì sera 17 euro, convenzionati 17 euro, over 65 10 euro, under 26 15 euro,  teatro in Bici 15 euro

Per informazioni
+39 02 6901 5733

Copyright © 2006 - 2019 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT13181390157 MILANO TORINO PAVIA RIMINI