• Home
  • NEWS
  • MILAN, i tre Presidentissimi della sua storia

MILAN, i tre Presidentissimi della sua storia

  • Gaetano Tirloni

ac milan dressing room wikipediaAi tifosi del Milan, dati i tempi grami, non resta che rifugiarsi nella sua storia e rammentare i tre presidenti che arricchirono la sua bacheca di trofei.

Il primo fu Andrea Rizzoli, a capo dei rossoneri dal 1954 al 1963. Con lui il club vinse ben 4 scudetti, una Coppa Latina e, sopra tutto, una Coppa dei Campioni(prima squadra italiana), nella mitica disfida di Wembley contro il Benfica. Abilissimo a scovare fuoriclasse su suggerimento di Gipo Viani, a Rizzoli si deve anche la costruzione di Milanello, centro sportivo in provincia di Varese. Quando si congedò, pose la società rossonera nelle mani di Felice Riva, un avventuriero senza arte né scrupoli.

Il secondo risponde al nome di Franco Carraro il quale subentrò al padre Luigi - morto improvvisamente - al timone del Milan. Con lui i rossoneri vinsero una Coppa delle Coppe, una Coppa Italia, uno scudetto, la seconda Coppa dei Campioni e la Coppa Intercontinentale (chiamata popolarmente Coppa del Mondo). Governò dal 1967 al 1971 e dopo l' interregno di Sordillo, storico avvocato del Diavolo e a lungo vicepresidente, passò la mano ad Albino Buticchi ; che non era un pessimo timoniere, ma perse la testa dopo la fatal Verona e combinò disastri su disastri nella sua battaglia con Gianni Rivera, ad onore non esente da colpe sul piano della pianificazione e della correttezza.

Ultimo presidentissimo, Silvio Berlusconi, subentrato a Farina, che rilevò il Milan a un passo dal fallimento. Con lasua regia il club di via Turati dominò la scena mondiale per diversi anni, vincendo però meno di quanto il suo potenziale gli permettesse. Con il Cavaliere i rossoneri conquistarono solo qualche scudetto, ma ben 5 Coppe dei Campioni e 3 Coppe Intercontinentali, fallendone altre due per un soffio a causa delle improvvidenze tattiche di Fabio Capello. Pressato dai figli, innanzi tutto da Marina, Berlusconi passò la mano ad un fantomatico imprenditore cinese, mister Li,, rivelatosi uno squattrinato finanziere. 

Ci sarebbe da citare anche Felice Colombo. Sotto la sua presidenza i rossoneri conquistarono lo scudetto della stella; ma il ticoon brianzolo rovinò tutto facendosi, ingenuamente, coinvolgere in una brutta vicenda di calcio scommesse, che costò al Diavolo la retrocessione in serie B.

Dopo aver riassaporato gli anni d'oro, i supporter rossoneri sperano in una loro riedizione. Fidando che i Singer cedano il Milan ad una persona affidabile. Mica al Felice Riva di turno.

Gaetano Tirloni 

Copyright © 2006 - 2020 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT11086080964