• Home
  • MOSTRE
  • Le mostre del 2020 di Electa Editore

Le mostre del 2020 di Electa Editore

Electa Editore presenta le mostre per la primavera 2020. Scoprite con noi tutto il programma.

mostre-arte-pittura-roma-milano-italia-primavera-2020-electa-editore-giulio-romano-tiziana-leopizziGiulio Romano Experience

Dal 1 febbraio al 30 giugno 2020 Fondazione Palazzo Te, in collaborazione con Electa, presenta Giulio Romano Experience: un progetto promosso dal Comune di Mantova. Questa mostra multimediale, progettata e realizzata da Punto Rec Studios e da Visivalab, vi coinvolgerà in un percorso spettacolare che ripercorre la carriera del celebre artista da Roma a Mantova, da Mantova all’Europa. La vita di Giulio Romano viene qui raccontata a tappe attraverso i linguaggi innovativi della multimedialità: schermi di realtà aumentata, visori di realtà virtuale, proiettori ad alta definizione e audio di prossimità vi permetteranno di immergervi nell’atmosfera di una delle più rinomate corti rinascimentali europee. 

Raffaello nella Domus Aurea. L’invenzione delle grottesche

Ci spostiamo a Roma, qui da marzo 2020 -  gennaio 2021, in occasione della celebrazione dei 500 anni dalla morte di Raffaello Sanzio, è in programma, negli spazi della Domus Aurea, un evento espositivo dedicato al tema delle grottesche intitolato appunto “Raffaello nella Domus Aurea. L’invenzione delle grottesche”. Il progetto, curato dal Parco archeologico del Colosseo e dal professor Vincenzo Farinella con l'organizzazione di Electa, prevede straordinari apparati interattivi e multimediali, ed ha l’ambizione di raccontare la storia e l’arte di uno dei complessi architettonici più famosi al mondo, che ha segnato e influenzato, con la sua scoperta, l’iconografia del Rinascimento. Fu Raffaello, a comprendere a fondo la logica delle grottesche antiche, riproponendole organicamente, grazie alle sue profonde competenze antiquarie, per la prima volta nella Stufetta del cardinal Bibbiena (1516).

Filippo de Pisis

Sempre a Roma, dal 20 marzo al 20 giugno 2020, dopo la tappa milanese al Museo del Novecento, arriva a Palazzo Altemps la retrospettiva dedicata a Filippo de Pisis (1896 - 1956)  che narra la sensibilità pittorica dell’artista ferrarese e il suo ruolo di protagonista nell’esperienza della pittura italiana tra le due guerre. A Roma, oltre ad un’ampia selezione delle tele esposte a Milano, verrà messo l’accento su una quarantina tra carte e acquerelli. Discreti, fragili, segreti segni che trovano un rapporto ideale ed efficace con la collezione di Palazzo Altemps. Questa riflessione sull’antico, in de Pisis, è costante in particolare visione metafisica, nostalgia per il frammento, memoria.

Margaret Bourke-White

Dal 18 marzo al 28  giugno 2020, Milano invece celebra Margaret Bourke-White, una delle figure più rappresentative ed emblematiche del fotogiornalismo. L’esposizione presenterà una selezione inedita delle immagini più iconiche realizzate nel corso della sua lunga carriera. Oltre 100 foto, provenienti all’archivio Life di New York e divise in 10 gruppi tematici, che narrano la sua capacità visionaria e insieme narrativa, in grado di comporre “storie” fotografiche dense e folgoranti. Curata da Alessandra Mauro, la mostra è promossa e prodotta da Comune di Milano | Cultura, da Palazzo Reale, da Contrasto e da Electa, in collaborazione con Meredith Corporation, dententrice dell'archivio storico di Life . L’esposizione fa parte del palinsesto culturale “I talenti delle donne”, promosso e coordinato da Comune di Milano | Cultura. 

Carla Accardi. Contesti

Sempre a Milano, al Museo del Novecento sarà proposta dal 27 marzo al 30 agosto 2020 la mostra Carla Accardi. Contesti, a cura di Maria Grazia Messina e Anna Maria Montaldo. Anche questo progetto espositivo rientra all’interno del palinsesto "I talenti delle donne" promosso e coordinato da Comune di Milano | Cultura e si inserisce con coerenza in una linea di ricerca che distingue il recente operato del Museo con la riproposta di personalità femminili del Novecento italiano. Si tratta della prima antologica dedicata all’artista dopo la sua scomparsa e presenta il percorso di Accardi attraverso 70 opere ‘storiche’, legate ad alcuni momenti espositivi significativi del suo lavoro, oltre a fotografie e documenti dell’Archivio Accardi Sanfilippo, con cui il progetto riporta al centro dell’indagine espositiva il panorama e il contesto storico, sociale e politico con il quale l’artista era solita rapportarsi. 

The Torlonia Marbles. Collecting masterpieces

Ad aprile torniamo a Roma, precisamente dal 4 aprile 2020 al 10 gennaio 2021, ben novantasei marmi della collezione Torlonia saranno visibili al pubblico nella grande mostra The Torlonia Marbles. Collecting masterpieces, ospitata presso la nuova sede espositiva dei Musei Capitolini a Palazzo Caffarelli di Roma Capitale. L’esposizione, segna il primo passo dell’accordo siglato tra il Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo e la Fondazione Torlonia, ed è il risultato dell’intesa istituzionale sottoscritta dalla Direzione Generale Archeologia, Belle Arti e Paesaggio e dalla Soprintendenza Speciale di Roma con la stessa Fondazione Torlonia. Il progetto scientifico è a cura di Salvatore Settis e Carlo Gasparri, con l’organizzazione della casa editrice Electa. Le sculture esposte in mostra sono restaurate dalla Fondazione Torlonia con il contributo della maison Bvlgari.

Disegnare e conservare. La Lettera di Raffaello a Leone X

Dal 25 aprile al 19 luglio 2020 la mostra a Villa di Capo di Bove, al terzo miglio della Via Appia Antica, intitolata Disegnare e conservare. La Lettera di Raffaello a Leone X si articola intorno a due focus.  Il primo è appunto la Lettera di Raffaello e Baldassarre Castiglione a Leone X, scritta nel 1519, uno dei cardini della storia della tutela archeologica e storico-artistica in Europa e in Italia. 
Il secondo è l’attività svolta da Raffaello e dai suoi discepoli lungo la Regina Viarum. Il percorso espositivo presenta una ristretta selezione di disegni e testi dell’ambito di Pirro Ligorio. Tra i nobili monumenti della civiltà antica, la cultura antiquaria del Rinascimento, di cui l’architetto e studioso napoletano è importante interprete, che include anche i sepolcri della Regina Viarum.

Pompei e Roma

E ancora da maggio a settembre 2020, da Pompei e Roma: due immagini della stessa medaglia. Pompei, la piccola Roma. Pompei, un’ineguagliata scoperta archeologica che ha restituito impareggiabili conoscenze sulla vita quotidiana degli antichi romani. Perché prima del suo ritrovamento erano soprattutto le fonti a dirci usi e costumi e a descriverci le abitazioni. La magnificenza degli affreschi, che pur decoravano gli interni romani, ancora non erano noti. La mostra attraverso sculture, affreschi, mosaici, iscrizioni, plastici ricostruttivi e tanto altro continua un percorso di ricerca avviato in precedenti rassegne (tutte vedono l’organizzazione di Electa) che hanno messo a confronto Pompei con gli egizi e poi con i greci e gli etruschi. 

Kronos e Kairos 2

Infine, sempre da maggio a settembre 2020 il progetto espositivo Kronos e Kairos 2, realizzato con il coordinamento scientifico della Direzione Generale Arte e Architettura contemporanee e  Periferie urbane. “Kronos e Kairos” non è solo il titolo di una mostra, ma anche titolo di un progetto biennale curato da Lorenzo Benedetti per il Parco archeologico del Colosseo e con l’organizzazione di Electa.
La prima sessione, da luglio a novembre 2019, ha invitato quindici artisti a elaborare o creare le loro opere in funzione del luogo: un’area archeologica carica di grandiosi segni del passato, importante condizione di confronto. La seconda stagione invita sei artisti, tra i più noti del panorama internazionale, a raccogliere la medesima sfida.

Tiziana Leopizzi

Leggi anche:

Il Cenacolo di Leonardo da Vinci: Dalle crepe la luce

A Palazzo Reale, una grande retrospettiva dedicata a Letizia Battaglia

L’Adorazione dei Magi di Artemisia Gentileschi in mostra al Museo Diocesano

Copyright © 2006 - 2020 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT11086080964 MILANO TORINO PAVIA RIMINI