• Home
  • CRONACA
  • M4: Procura sequestra area dopo morte operaio

M4: Procura sequestra area dopo morte operaio

milano-m4Dopo la tragica morte del caposquadra quarantaduenne Raffaele Ielpo avvenuta ieri 13 gennaio 2020, la Procura di Milano ha posto l’area del cantiere di piazza Tirana sotto sequestro. Atto dovuto dopo l'incidente sul lavoro dove a ben 18 metri di profondità si stava scavando il nuovo tunnel della metropolitana quando parte del soffitto è crollata.

Il dipartimento della procura deputato alla Salute, sicurezza, lavoro e ambiente, vuole vederci chiaro e verificare se sono state disattese norme antinfortunistiche.

Solo pochi giorni fa, venerdì 10 gennaio 2020, la ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli e il Sindaco Giuseppe Sala avevano visitato il cantiere della Stazione Linate della M4, la nuova metropolitana di Milano, un fiore all'occhiello per la mobilità urbana del capoluogo meneghino e la tragedia di ieri macchia di sangue quest'opera ritenuta da tutti fondamentale.

Le dichiarazioni del Sindaco Sala

'Ho appreso poco fa della tragica morte del caposquadra che stava lavorando nel cantiere della M4 al manufatto Tirana. Voglio esprimere il cordoglio alla sua famiglia e la vicinanza ai suoi colleghi, sono profondamente costernato per quanto accaduto. Come sindaco e a nome di tutta l’Amministrazione comunale siamo a disposizione della famiglia per tutto quanto necessario in questo difficile e tragico momento'.

Lavori al cantiere della metro fermi

In segno di lutto e vicinanza alla famiglia e ai colleghi dell'operaio, l’assessore alla mobilità Marco Granelli ha disposto l’immediata interruzione dei lavori per la giornata di oggi. Anche i sindacati esprimono sentite condoglianze alla famiglia. 

La tragica morte di Raffaele Ielpo, caposquadra in un cantiere della M4, è motivo di profondo dolore. Siamo tutti vicini alla famiglia, ai colleghi e agli amici, ai quali esprimiamo il nostro sentito cordoglio” afferma Gianluca Comazzi, capogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale. “In attesa che le autorità facciano chiarezza sulla dinamica esatta dell’incidente ci stringiamo attorno alle persone colpite da questo lutto. La politica tutta, senza distinzioni, ha il dovere di garantire la massima sicurezza sui luoghi di lavoro. Eventi drammatici come quello di stasera rappresentano una ferita per la città di Milano e per il nostro Paese”

Inutile la corsa in ospedale 

Le condizioni dell'operaio erano parse subito critiche tanto che era stato trasferito in codice rosso presso l'ospedale San Carlo dopo essere stato estratto dal cantiere di piazza Tirana dai vigili del fuoco. L'uomo è giunto in ospedale già in arresto cardiaco, è stato immediatamente intubato e posto in rianimazione. Purtroppo però il miracolo non è avvenuto.

Vedi anche:

la Mappa della Metropolitana di Milano
il Passante Ferroviario di Milano
le Linee Suburbane di Milano
le Metrotranvie di Milano
la STORIA della metropolitana milanese

Vai alla sezione Trasporti di Milano

Copyright © 2006 - 2020 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT11086080964