• Home
  • BAMBINI
  • Piazze Aperte: Milano cambia volto e inizia dalle scuole

Piazze Aperte: Milano cambia volto e inizia dalle scuole

piazze aperte csIl progetto Piazze Aperte è stato avviato a Milano nel settembre 2018 con valorizzare le piazze come luoghi di aggregazione al centro dei quartieri, migliorando lo spazio pubblico, ampliando le aree pedonali e fruibili dai cittadini.

Sabato 25 gennaio 2020 più di 300 persone hanno preso parte ai tavoli di lavoro sulle 65 proposte presentate nell’ambito dell’avviso pubblico “Piazze Aperte in ogni quartiere”, promosso lo scorso ottobre con l’obiettivo di individuare insieme ai cittadini le nuove aree di intervento per questa nuova politica di urbanistica tattica. Tra le proposte presentate ben 10 riguardano spazi antistanti istituti scolastici.

Questo nuovo modo di vedere le piazze delle nostre città rappresenta, come hanno spiegato gli esperti di Bloomberg Associates, fondazione nata a New York e che da anni porta avanti questo tipo di progetti in tutto il mondo, un’inversione di rotta rispetto a quanto si è fatto finora nella progettazione delle strade: la priorità passa dalle auto alle persone e le strade e le piazze diventano luogo di incontro e di ritrovo, come lo sono state per molti secoli: proprio in piazza sono nate la filosofia e la politica… dopo tutto la piazza è stata il primo grande social network!

Le nuove Piazze Aperte seguiranno gli esempi di Dergano, Angilberto II, Porta Genova, Spoleto/Venini, Belloveso, dove sono stati realizzati diversi interventi di riqualificazione durante la prima fase di sperimentazione iniziata nel settembre 2018.
Le località Val Lagarina, Toce e Ferrara - insieme a Bruzzano - saranno le prime a veder realizzati gli interventi perché già individuate dall’Amministrazione prima dell’apertura  dell’avviso pubblico. I lavori verranno portati avanti attraverso patti di collaborazione tra Comune e associazioni.plastico vallagarina rox

Per via Val Lagarina la proposta di intervento era stata presentata dall’Istituto scolastico I.C.S. "Via Val Lagarina", l’Associazione di Secondo Livello Villa Aperta e dal Comitato Genitori scuola primaria via Val Lagarina e riguarda l’estensione e la messa in sicurezza dello spazio pedonale all’uscita dalla scuola per oltre 300 alunni. Tra le immagini trovate il "plastico" realizzato dai bambini della scuola  con materiale da recupero,  il loro contributo alla progettazione della nuova piazza: il divieto di fumo, un bosco verticale, panchine e giochi a terra quello che vorrebbero realizzare!

Anche in via Toce l’intervento, per cui sono arrivate due proposte da Comitato di Quartiere Isola e Repubblica del Design e Ghigos, sarà volto a pedonalizzare un tratto della via, rendendo più sicura l’uscita dalla scuola materna per 100 bambini e andando a ricongiungere il passaggio tra i due giardini limitrofi.

In Piazzale Ferrara si interverrà invece nell’area di fronte al mercato coperto, come richiesto anche dalla proposta presentata da un gruppo molto ampio di cittadini, commercianti, associazioni e cooperative, con il supporto del programma La cittàintorno di Fondazione Cariplo, con Labsus e Italia Nostra.

Copyright © 2006 - 2020 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT11086080964