• Home
  • CRONACA
  • Coronavirus, rafforzati controlli agli aeroporti

Coronavirus, rafforzati controlli agli aeroporti

coronavirus pixDopo le dichiarazioni del presidente del Consiglio Conte che ha confermato i due primi due casi in Italia l'Oms corregge valutazione: "Rischio alto" e vengono innalzati i livelli dei controlli nel nostro Paese.

Sono state innalzate immediatamente tutte le misure di sicurezza preventive richieste dal Ministero della Salute per scongiurare l'ingresso in Italia di altre persone affette dal coronavirus. Rafforzati i controlli a Fiumicino e a Malpensa e in allerta l'unità di crisi della società italiana di malattie infettive e tropicali (Simit) a disposizione del ministero della Salute e dell'Istituto superiore di Sanità per la prevenzione.

Tramite scanner termici vengono effettuati controlli di temperatura a tutti i passeggeri in arrivo dalla Cina. E’ stata annunciata il 30 gennaio la sospensione del traffico aereo tra Italia e Cina. Per informazioni sul proprio volo, si raccomanda di contattare direttamente la compagnia aerea o agenzia viaggi di riferimento. Per maggiori informazioni e consigli pratici, si rimanda al Focus Coronavirus, pubblicato sulla homepage di Viaggiare Sicuri, nonché al sito web dell’OMS: www.who.int/health-topics/coronavirus.

Coronavirus, Niente allarmismo inutile

Due casi accertati ma è bene non farsi prendere dal panico! In caso di febbre il consiglio migliore è sempre quello di rivolgersi al proprio medico curante che saprà valutare se è il caso o meno di recarsi presso i centri per l’accertamento dell’infezione da coronavirus.

Oggi venerdì 31 gennaio, alle ore 12 in via Lomazzo 20, presso il ristorante Ramen a Mano, l’assessora alle Politiche del Lavoro, Attività Produttive e Commercio, Cristina Tajani, Marco Barbieri, Segretario generale di Confcommercio Milano, e Francesco Wu, consigliere di Confcommercio Milano e referente per l’imprenditoria straniera, pranzeranno insieme per sensibilizzare i cittadini contro fake news e pregiudizi diffusi a seguito dell’emergenza coronavirus.

Giusto per tranquillizzare chi si fa prendere dal panico, vogliamo ricordare che muoiono più persone ogni anno a causa del fumo di sigaretta ma non per questo sono state abolite anche se sicuramente più pericolose del Coronavirus che invece ha un tasso molto basso di contagio.

Leggi anche:

Copyright © 2006 - 2020 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT11086080964