• Home
  • TEATRO
  • La donna più grassa del mondo al Filodrammatici

La donna più grassa del mondo al Filodrammatici

la donna più grassa del mondo www.mamimo.it ph. nicolò deglincerti tocci5. cs. ok. jpgDavvero una bella sorpresa questo spettacolo, in scena dal 4 al 9 febbraio al Teatro Filodrammatici!

La donna più grassa del mondo si è rivelata, infatti, essere una commedia grottesca e divertente capace di generare spunti di riflessione importanti sulla condizione umana in questa nostra epoca dominata da un sistema economico votato alla sfrenata produzione di benessere materiale, che sta portando il nostro pianeta sull'orlo di un collasso catastrofico di cui gli stessi esseri umani, bulimici consumatori di ricchezza, saranno le prime vittime.

Va detto che a prima vista la vicenda a cui il pubblico assiste sembra non aver nulla a che fare con tutto questo. Tutto prende le mosse da una situazione piuttosto singolare: una donna di più di quattrocento chili giace immobile sul divano in camera sua, guardando documentari sulla natura e rimpinzandosi del cibo che “l'affettuoso” marito continua a portarle. Il vicino, la cui camera da letto si trova esattamente sotto la camera della donna si presenta da loro facendo notare la presenza di una grossa crepa nel soffitto proprio in corrispondenza del divano con il suo enorme peso e chiede di poterla visionare spostando la signora, in modo tale da far partire dei lavori di consolidamento del soffitto. Il marito della donna e la donna stessa si oppongono inspiegabilmente adducendo ragioni pretestuose e assecondando l'idea di un cupio dissolvi che non può non farci pensare al processo di accumulo apparentemente irreversibile che sembra caratterizzare la nostra società.

Dalla platea assistiamo a una serie di siparietti di grande comicità in cui si alternano dibattiti surreali tra il vicino e la coppia del piano di sopra che sembra incapace di guardare in faccia la realtà e costruisce un castello di argomentazioni deliranti per giustificare il proprio rifiuto anche solo a concepire l'idea di un possibile sacrificio e di una rinuncia per quanto limitata alla soddisfazione  di tutti i desideri che sono in grado di provare.

Vanno fatti i complimenti agli attori Luca Cattani, Alice Giroldini e Marco Maccieri per la qualità dell'interpretazione, il ritmo della recitazione sempre godibile e la proprietà nella gestione dei tempi comici. Efficace anche la regia di Angela Ruozzi in grado di esaltare lo spirito di un testo (a cura di Emanuele Aldrovandi) molto ben scritto.

Viene da pensare a quanto dicevano i greci, il cui pensiero ha segnato in maniera indelebile la cultura occidentale e anzi probabilmente l'ha generata, secondo i quali la perfezione e la bellezza risultavano strettamente legate all'idea di limite e di misura, mentre invece dismisura ed eccesso rappresentavano perfettamente l'idea stessa di male, fisico, estetico e morale.

Ma quale sarà il nostro futuro se non saremo capaci di fermarci? La risposta nell'inquietante e comicissima scena finale il cui contenuto non svelo per non guastare la visione di coloro i quali volessero assistere allo spettacolo.

Teatro Filodrammatici

Via Filodrammatici 1

Dal 4 al 9 febbraio

Orari: Martedì, giovedì, sabato ore 21, mercoledì e venerdì 19.30, domenica ore 16.00

Prezzi: Intero 22 euro, ridotto convenzionati 18 euro, ridotto under30 16 euro, ridotto over65 e under18 11 euro, giovedì 15 euro

Info e prenotazioni: 0236727550

Copyright © 2006 - 2020 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT11086080964