• Home
  • NEWS
  • Pochi soldi, tante idee: la Lazio è da scudetto

Pochi soldi, tante idee: la Lazio è da scudetto

  • Gaetano Tirloni

forza lazioNon sarebbe male se il campionato italiano 2019-2020 lo vincesse la Lazio. Verrebbe rivalutata l'imprenditorialità sulla finanza e costituirebbe un bell'esempio per l'intraprendenza nostrana.

La squadra romana non ha certo i capitali della Juventus o dell'Inter; e nemmeno del Milan di Elliott, eppure guarda il club di via Aldo Rossi dall'alto in basso.

Lotito, il presidente, non si avvale di manager dai natali esotici o dalle quotazioni altisonanti ma solo su due perone conta veramente: su Tare, come responsabile dell'area sportiva e su Simone Inzaghi, assai migliore del fratello sulla panchina.

Acquista i giocatori al giusto prezzo, mentre nel cederli riesce a spuntare una maggiorazione anche del cinquanta per cento sul loro valore reale. 

Lotito è un imprenditore forgiato dalla gavetta e sa tirare la corda al massimo senza spezzarla. Tare ha un fiuto innegabile nello scoprire giocatori o sconosciuti o valorizzati per metà. Maldini, la scorsa estate, lo voleva a tutti i costi al Milan, ma il manager albanese ha risposto picche, sapendo che Gazidis gli avrebbe stoppato ogni iniziativa intelligente. 

Anche Inzaghi, dopo l' addio di Gattuso, per qualche settimana era stato accostato al club rossonero, prima della sciagurata scelta di Giampaolo. Ma Simone sa già dove planerà: alla Juventus, che si libererà di Sarri se dovesse fallire per l'ennesima volta l'assalto alla Champion. 

Auguri Lazio, allora. Se li merita. Anche per interrompere un dominio, quello bianconero, che sta diventando stucchevole. 

Non di soli capitali faraonici vive il calcio ma anche di gestioni lungimiranti. E Dio voglia che, almeno una tantum, queste ultimi vincano.

Gaetano Tirloni

 

Copyright © 2006 - 2020 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT11086080964