Asti, città degli arazzi

Dopo il successo della mostra “Monet e gli impressionisti in Normandia” conclusasi il 16 febbraio e che registrato un record di visitatori con 58.798 presenze e in seguito alla chiusura dovuta all’emergenza Covid-19,  la Fondazione Asti Musei apre le porte di Palazzo Mazzetti e organizza una mostra esclusiva dedicata interamente al territorio e alla grande manifattura locale: Asti, Città degli arazzi.

asti citta degli arazzi mostra arte tessile culturaLa città di Asti riprende il via partendo proprio dalla sua storia e da alcuni grandi personaggi che ne hanno segnato le tappe. In particolare viene celebrata la grande arte del telaio, la quale l’ha resa nota in tutto il mondo per maestranze e prodotti di eccellenza.

Asti, Città degli arazzi. La mostra

Questa esposizione presenta al pubblico 21 arazzi, attraverso i quali la città rende omaggio all’attività di Ugo Scassa e di Vittoria Montalbano, due delle più prestigiose manifatture astigiane protagoniste di un capitolo unico nell’ambito del rapporto tra la città e l’ambiente artistico e culturale a partire dagli anni ‘60 del Novecento.

Sono esposti esempi grandissimi realizzati proprio da questi laboratori che hanno interpretato capolavori del Novecento e hanno anche avviato collaborazioni con noti artisti italiani tra cui si citano: gli arazzi Apollo e Dafne (1967) di Corrado Cagli, Teatro delle Marionette da Paul Klee, Composizione astratta (1968) e Pittura Murale (1980) da Luigi SpazzapanTiro al bersaglio (1986) da Felice Casorati e Composizione astratta (2005) di Paolo Conte. Di Valerio Miroglio sono Omaggio a Rubens e Doppio sole (1989), Flora (1991) e F. Bomb (1986) e ancora le opere esposte di Francesco PreverinoSandro de Alexandris ed Eve Donovan.

La mostra Asti, Città degli arazzi è realizzata dalla Fondazione Asti Musei, dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Asti, dalla Regione Piemonte, dal Comune di Asti e dalla Camera di Commercio di Asti, sponsor Gruppo Cassa di Risparmio di Asti; con la collaborazione di Arthemisia per la comunicazione e la promozione.

Leggi anche:

La mostra L’archivio animato. Lavori in corso si arricchisce della sezione Federico Fellini dietro le quinte

Alberta Florence con Time al Four Seasons Hotel per la Milano Fashion Week

Attraverso le Avanguardie. Giuseppe Niccoli / visione e coraggio di una Galleria

Copyright © 2006 - 2020 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT11086080964