Digital Whales: le balene a casa con un app

L'idea di una mostra digitale presentata nel settembre scorso a Milano, quando il Covid-19 non si era ancora palesato, ha anticipato i tempi. Digital Whales, in programma fino al 30 settembre presso l'Acquario Civico, ora è visitabile anche online sul sito ufficiale.

digital whales mostra digital milano acquario civicoA causa delle misure di contenimento del virus e della chiusura temporanea dell'Acquario civico difatti, gli organizzatori della mostra, hanno deciso di rendere disponibile online tutto il materiale sinora pubblicato. 

Digital Whales. La mostra

Sul sito sono presenti le schede di approfondimento dei primi tre cetacei già svelati nei mesi passati ovvero il capodoglio, la balenottera comune, e la stenella striata.

La mostra infatti, nell'arco di dodici mesi, ci svela sei specie dell'ordine dei cetacei, presentandone una ogni due mesi. 

Tramite l'applicazione Augment, scaricabile gratuitamente su Google Play o AppStore, sarà possibile vedere questi giganti del mare in realtà aumentata, semplicemente scrivendo il nome sulla barra di ricerca e cliccando su invio.

Sono animali presenti in natura nel Santuario Pelagos, un'area marina protetta grande il doppio della Svizzera che comprende il mar Ligure, le coste della Corsica e il nord Tirreno, ed ospita otto specie tra balene e delfini. 

Inoltre tramite l'applicazione, si potrà accedere a contenuti extra quali giochi, video e si potrà scattare delle fotografie con i cetacei.

L'iniziativa promossa dall'Acquario Civico Milano, dall'istituto scientifico Thetys Onlus e la cooperativa ambientale Veredacqua, oltre che divulgare le conoscenze acquisite dagli studi sui cetacei, vuole porre l'attenzione sulla salvaguardia di alcune specie a rischio estinzione a causa dell'innalzamento delle temperature e dell'azione dell'uomo che nel corso degli anni ha creato danni irreversibili all'ecosistema marino.

In attesa del 18 maggio, giorno della riapertura dei musei civici milanesi, stando comodi sul proprio divano, grazie a Digital Whales, si può così viaggiare in ambienti sottomarini e  avere incontri ravvicinati con alcuni dei più grandi abitanti dei nostri mari.

Leggi anche:

Il naturalismo di Arturo Martini

Embodied Thought. 19 artisti raccontano la realtà contemporanea al tempo della pandemia

Digital Whales: le balene a casa con un app

Copyright © 2006 - 2020 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT11086080964