• Home
  • Mostre
  • Mostra di Primo Levi a Milano e online: Figure, le sculture in filo di rame

Mostra di Primo Levi a Milano e online: Figure, le sculture in filo di rame

Primo Levi. Figure: la mostra ospitata alla Centrale dell'Acqua di Milano
Milano ospita la mostra intitolata "Primo Levi. Figure" che offre uno sguardo sulla produzione di sculture realizzate dallo scrittore. L'anno scorso l'esposizione di queste opere era stata allestita presso la Galleria Civica d'Arte Moderna e Contemporanea (GAM) di Torino.

Liliana Segre

Quest'anno, prima della inaugurazione ufficiale milanese, la senatrice a vita Liliana Segre ha visitato il 3 dicembre la mostra, omaggiandola con un contributo video – contributi sempre preziosi i suoi - nel quale definisce Primo Levi "mio maestro, amico, ispiratore" dicendosi "fantasticamente orgogliosa di aver un simbolo nella mia vita come lui". E delle opere viste Segre spiega che "anche questi fili, così semplicemente arrotolati, e che fanno di ogni figura secondo me un capolavoro, fanno parte di quelle parole dette e non dette che solo chi ha attraversato quei fili spinati può comprendere". 

Primo Levi Scrittore 

Nel secolo scorso Primo Levi è stato testimone dell'orrore dell'uomo e tramite i suoi libri – come "Se questo è un uomo" – ci ha raccontato con stile asciutto e coinvolgente la terribile esperienza della Shoah, l'incubo dei deportati ebrei nei campi di sterminio nazisti. Lo scrittore ha trattato anche temi diversi nelle sue opere, coniugando chimica e fantasia ne "Il sistema periodico" per esempio e conoscenze naturali e riflessioni filosofiche nei racconti fantascientifici raccolti in "Vizio di forma".
La mostra ospitata alla Centrale dell’Acqua di Milano aggiunge quindi un tassello alla scoperta della vita di quell'indimenticabile uomo di solida cultura e umanità che fu Primo Levi.

Figure

Nelle 17 sculture realizzate in filo di rame da Levi, tra il 1955 e il 1975, confluiscono le sue differenti competenze. Le opere leggere e delicate rappresentano animali – come il gufo e il dromedario – e poche figure umane, per esempio la ballerina, ed evocano un misto di giocosità e riflessione.
Si deve sapere che come chimico, che si occupava della smaltatura dei conduttori elettrici, aveva a disposizione materiali di scarto in quantità. Ed è in quest’ottica di prodotti di fantasia e di abilità manuale che vengono proposti al visitatore, perché si possa avere una immagine più sfaccettata e completa di Primo Levi.

La Centrale dell'Acqua

"Primo Levi. Figure" sarà fruibile sino al 28 febbraio 2021, da subito online collegandosi a questo sito www.centraleacquamilano.it/figure-primo-levi e quando le misure restrittive del Governo - necessarie per contrastare la diffusione del Coronavirus – lo permetteranno, potrà essere vista di persona, con ingresso gratuito
La Centrale dell’Acqua di Milano è il primo museo italiano dedicato all'acqua "fondendo storia e innovazione per raccontare alla città l’importanza di una risorsa troppo spesso sottovalutata". L'edificio fu costruito nel 1906 e si trova in piazza Diocleziano 5. In serbo per i milanesi e i turisti, virtuali e non, c'è un ricco programma di iniziative chiamato #InCentrale: ovvero 200 appuntamenti tra presentazioni, tavole rotonde, interviste, performance che ci accompagneranno sino a estate inoltrata. Gli eventi avranno un filo comune riassumibile in una semplice frase: "fare scorrere le idee". E il primo appuntamento della stagione è appunto la mostra "Primo Levi. Figure", inizio che promette bene.
 
 
Leggi anche: 
 

Copyright © 2006 - 2021 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT11086080964