Re (e) volution – Angelo Zanella & Carlo Pasini

Il Mondo del Vetro inaugura la sua stagione espositiva con la mostra “Re (e) volution – Angelo Zanella & Carlo Pasini”. Un dialogo con le opere di questi due artisti, che seppur vedono linguaggi artistici differenti sono accomunate dagli stessi soggetti, gli animali.

reevolution angelo zanella carlo pasini mostra il mondo del vetro milanoDa un lato gli animali fantastici di Carlo Pasini. Nelle sue opere puntine da disegno, spilli e pietre danno vita a un universo in cui la fantasia si muove verso l’esotico, il meraviglioso, lo stravagante e l’inconsueto.

Mentre dall’altro vi sono i quadri di Angelo Zanella. Qui gli animali sono dipinti con minuzia straordinaria e il colore viene abbandonata a favore della scala di grigi, del bianco e nero. Questo perché l’artista vuole inseguire uno stato d’animo che trae origine dal rapporto tra necessità intimista e la testimonianza del colloquio con il vero.

Gli animali sono scelti dagli artisti per impersonare l’emblema delle nostre esigenze, quelle più primordiali che non sappiamo più ascoltare. Queste rappresentano il simbolo della vita, di un creato che dimentichiamo e non rispettiamo.

Ed è proprio questo il messaggio della mostra “Re (e) volution” e l’intento dei due artisti. Un percorso espositivo per mettere l’accento su quanto ci circonda e succede oggi. La storia è ciclica per cui si ripete, il processo evolutivo è sempre in atto. E l’andare avanti e indietro fa’ riflettere sul perché delle cose, sul fatto che siamo vulnerabili. E quando pensiamo di essere invulnerabili e intoccabili, la natura ci riporta con i piedi per terra.

Per questo è necessario fermarci e fare una continua riflessione giornaliera, che ci permetta di capire chi siamo, da dove veniamo e dove andremo. Se lo chiedeva già Paul Gauguin nel suo celebre dipinto del 1897.

Angelo Zanella

Nasce a Lovere (BG) nel 1960 e si diploma all’Accademia di Brera di Milano nel 1983. Per lui qui è fondamentale l’incontro con Beppe Devalle, dal quale apprende che il segreto di un artista consiste nella capacità di saper osservare il mondo secondo più prospettive. Nel 1989 parte per Parigi e si presenta alla Galleria “Lelia Mordoch”. I suoi lavori colpiscono e da qui ha inizio la sua avventura parigina. Successivamente, seppur non abbandonando la pittura, torna in Italia. Alla sua produzione pittorica vi approda quasi casualmente: agli inizi dello scorso decennio, spinto dalla passione per gli animali, decide di rappresentare una scimmia. Il risultato lo sbalordisce e Zanella riscopre così il piacere di una pittura descrittiva, con la quale ci si confronta senza bluffare. L’artista continua a esporre in importanti spazi pubblici e istituzioni museali a livello nazionale e internazionale.

Carlo Pasini

Nasce a Pavia nel 1972. Si diploma al Liceo Artistico “Raffaello Sanzio” di Pavia per poi laurearsi on Architettura al Politecnico di Milano. La sua attività artistica inizia nel laboratorio di Aldo Mondino. È un pittore espansivo sin dalle origini, sceglie di dipingere su delle zanzariere funzionanti montate su intelaiature di alluminio, portando la pittura ad un altro livello, sul terreno della percezione e fruizione. Il rapporto tra vuoti e pieni porta Pasini a considerare la pittura non più solo come un qualcosa di visivo, ma che può includere il tatto e il senso del movimento nello spazio. Da qui nascono le pelli di serpente, opere astratte con macchie, screziature e arabeschi della natura.

Lamari Creative Shopping

È un concept store aperto da Mariarosa Barelli e Gianmarco Ferrotti nell’ ottobre 2017, a pochi passi dalla stazione Centrale di Milano. Grazie alla collaborazione con Il Mondo del Vetro, l’abbigliamento femminile di brand italiani emergenti dialoga con opere di design e d’arte: dai pezzi di Ettore Sottsass ai vetri storici di Murano. Periodicamente vengono organizzate mostre ed eventi culturali per divulgare e condividere l’arte e la cultura in ogni suo aspetto.

Re (e) volution – Angelo Zanella e Carlo Pasini

Fino al 29 novembre 2020

LaMari Creative Shopping

Via A. Cappellini 20, Milano

Dal lunedì al sabato dalle 10 alle 19

Ingresso libero

Leggi anche:

La mostra Insieme. Un dialogo tra monumento e contemporaneo

Photofestival 2020: il secondo ciclo di mostre a Palazzo Castiglioni di Milano

Servizi aggiuntivi per il trasporto scolastico: perché Regione Lombardia non si è attivata?

Copyright © 2006 - 2020 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT11086080964