• Home
  • BAMBINI
  • Coronavirus: nel M8 scatta la rete solidale per aiutare i genitori

Coronavirus: nel M8 scatta la rete solidale per aiutare i genitori

famiglia pixOrmai sono pochi i genitori che si illudono di poter far rientrare i propri figli a scuola il 16 marzo, e il Ministero dell’Istruzione si sta attrezzando per tenere in piedi l’anno scolastico di fronte allo scenario peggiore (qualcuno parla di chiusura delle scuole per tutto marzo e aprile).

Mentre il ministro Azzolina e i suoi collaboratori sono al lavoro per capire come salvare l’anno scolastico e l’esame di maturità, sono moltissime le famiglie che si troveranno in ginocchio per via di questa chiusura prolungata.

 

Tra gli strumenti allo studio del governo per sostenere le famiglie ci sono un congedo straordinario per i lavoratori dipendenti (con o senza nonni a disposizione, perché non dimentichiamo che in questa situazione gli anziani sono i più fragili e sono da tutelare) e dei voucher per sostenere i costi del baby sitting. Provvedimenti necessari ma che richiederanno del tempo (il decreto dovrebbe essere emanato la prossima settimana) mentre le famiglie, almeno in Lombardia, sono in serie difficoltà già da due settimane.

Quello che può invece agire in tempi molto più rapidi, e che tra genitori in qualche modo è già scattata, è la rete della solidarietà. Giulia Pelucchi, Assessore Cultura, Educazione, Edilizia Scolastica, Biblioteche, Politiche Giovanili e CAG, Sport, Comunicazione, del Municipio 8 di Milano ha dichiarato in un post su Facebook:

Con la chiusura delle scuole le famiglie sono chiamate a dover gestire i figli, continuando in tanti casi ad andare a lavorare. Come Municipio 8 vogliamo dare un aiuto concreto alle famiglie, per questo abbiamo pensato di fare una call a tutti gli studenti universitari (anche loro a casa per la chiusura delle università) affinché possano dare la loro disponibilità per affiancare le famiglie che conoscono o i vicini di casa nella gestione dei figli. Inoltre, entro domani mattina invieremo una lettera alle parrocchie, alle associazioni di volontariato del territorio e alla casa delle associazioni affinché mettano a disposizione i loro giovani volontari formati, per assistere le famiglie nella gestione dei figli in orario lavorativo, per l’aiuto compiti o semplicemente un servizio di baby sitting.
Crediamo che in un difficile periodo come questo la solidarietà e l’unione debbano essere la chiave per superare, con meno ripercussioni possibili, le prossime settimane.”

 

Abbiamo raggiunto Giulia Pelucchi per porle alcune domande, ecco cosa ci ha risposto:

Quali provvedimenti state prendendo per sostenere le famiglie in questo momento?

 Abbiamo avviato questo progetto che vuole mettere in contatto le persone nel rispetto delle ordinanze e dei decreti che toccano anche la nostra città.

 Credete che la rete di solidarietà possa agire in tempi rapidi? Avete già avuto delle risposte positive alla vostra call?

 Già questa mattina ci sono arrivate diverse richieste. E siamo in attesa di risposta dagli enti che abbiamo coinvolto per garantire questo servizio.

 Chiudiamo pensando a qualcosa di positivo: al ritorno a scuola i bambini la troveranno più pulita che mai. Ma non in tutte le scuole del M8, al momento, sono in corso lavori di pulizie straordinarie, qual è l’iter da seguire per fare in modo che, almeno, al rientro i ragazzi trovino una scuola pulita?

 Per quanto riguarda la pulizia nelle scuole, per le comunali è direttamente il comune che sta svolgendo pulizie straordinarie, per le statali invece la pulizia è a carico dei Dirigenti che però possono utilizzare i fondi di PMO che il comune fornisce loro ogni anno. Siamo in costante contatto con i dirigenti, che abbiamo incontrato la scorsa settimana, e sono tutti al lavoro anche per riguarda le pulizie.


Anche noi come Giulia Pelucchi crediamo che la solidarietà possa essere la chiave per superare questo momento di emergenza… perché Milano, da sempre, è solidale e perché #milanonosiferma.

 

Dopo il DPR dell'8 marzo 2020 questa iniziativa è stata annullata, questa la dichiarazione di Giulia Pelucchi:

Alla luce delle nuove disposizioni e all’innalzamento del livello d’allerta l’evento è annullato. Speriamo che il Governo, la Regione e le singole aziende prendano adeguate misure in sostegno delle famiglie.

 

Copyright © 2006 - 2020 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT11086080964