• Home
  • BENESSERE
  • Il senso nascosto della malattia: le mani e le unghie

Il senso nascosto della malattia: le mani e le unghie

La malattia possiamo affermare che è la perdita del sano equilibrio, o per eccesso o per difetto.

mani pixLa malattia manda sempre un messaggio, non solo a livello fisico ma anche e soprattutto a livello dell'anima.

Con il termine che ho usato nel titolo "il senso nascosto della malattia", intendo far conoscere quale messaggio la malattia vuole inviarci.

Come affermano alcune teorie ogni malattia evidenzia uno squilibrio, scoprire quali elementi mancano o eccedono non solo ci permettono di guarire, ma ci offrono una possibilità evolutiva. Necessita, in parole povere, saper interpretare la propria malattia, decifrare il suo linguaggio, detto in parole semplici: cosa mi vuol far capire?

E l'attenzione dovrebbe essere posta già da quando si sentono dei sintomi, è come se la malattia suonasse il campanello per avvertirci. Entrare in un discorso così complesso condensandolo in un articolo è cosa da non fare, per cui mi limito a descrivere un caso, per rendere meglio l'idea.

Cosa ci dicono le mani

Prendo come esempio le "mani", organo indispensabile per il nostro vivere quotidiano; sono il nostro organo d'azione, si afferra, si stringe, si accarezza, si punisce, e via di seguito. Noti sono i termini "dare una mano" , "toccare con mano", "è tutto nelle tue mani".

Le mani sono organi molto individualisti, tanto che due mani non sono mai uguali tra di loro, eppure quasi sempre devono collaborare. L'atteggiamento delle mani viene anche considerata nella comunicazione non verbale, essendo più sincere del verbale. Altre considerazioni sono legate alle mani calde, esse esprimono il desiderio del contatto, sono calde come il sangue pompato dal cuore. Le mani fredde comunicano distacco, che si è poco propensi a incontrare gli altri, se poi sono anche sudate esprimono la paura e che il soggetto vive in modo tormentato la comunicazione esterna. La mano allora comunica qualcosa che proviene dal profondo dell'anima.

Le mani forti, che stringono energicamente quelle dell'altro, appartengono a chi è abituato ad affrontare in prima persona la vita; viceversa delle mani che si afflosciano testimoniano l'accettazione passiva. Mani delicate e sensibili appartengono a persone dotate di forte sensibilità, anche se prive di un grande vigore fisico.

Cosa ci dicono le unghie

Altri aspetti andrebbero citati, tuttavia voglio fare un accenno anche alle "unghie". Esse rappresentano le nostre antiche origini e una eredità aggressiva. Oggi le unghie sono tagliate e abbellite e molto meno di un tempo sono usate per ferire. L'attenzione delle unghie è soprattutto appannaggio dell'universo femminile, che cura attentamente ed evidenzia con i colori.

Tinte che ovviamente hanno un loro significato simbolico, quali ad esempio: la donna che si tinge le unghie con smalto colore madreperla, o in colori tenui, ha trasformato la sua aggressività in qualcosa di brillante e prezioso. Le unghie rosse, ancor più se lunghe, manifestano aggressività e amore, passione e seduzione erotica, comunque attirano l'attenzione su di se.

Vi è un altro aspetto che a volte è presente nel comportamento infantile ma non solo, ossia quello di "mangiarsi le unghie", qui il significato è palese, non ci si fida delle proprie capacità, non si osa "mostrare le unghie", quindi si è in difficoltà ad affrontare la vita. La propria aggressività, che a volte è necessaria per affrontare determinate situazioni, viene rivolta verso se stessi.

Insomma, per concludere, il sintomo e poi la malattia vogliono portare alla luce della coscienza un problema, che è necessario risolvere per fare un salto evolutivo.

Leggi anche:

Quante ore di sonno per stare bene

Halloween Nail Art: Ragnatele, zucche e mummie sulle unghie

Copyright © 2006 - 2020 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT11086080964