• Home
  • COSTUME
  • Halloween: la storia, il mito, le tradizioni

Halloween: la storia, il mito, le tradizioni

zucca2Trick or Treat / Dolcetto o Scherzetto, chi non conosce questa famosissima cantilena?

…Ha fatto parte della nostra infanzia e anche se non deriva direttamente dalle nostre tradizioni è comunque ormai entrata a pieno titolo nel vocabolario di tutti…

Halloween (da All Hallows Eve, la notte di Ognissanti), tra miti e leggende è forse oggi la festa più amata e attesa dell’anno… ma qual è la sua vera storia?
L'origine di questa ricorrenza  si perde nella notte dei tempi e viaggia tra rituali celtici, racconti anglosassoni  e leggende irlandesi.

Sembrerebbe che per le popolazioni celtiche che abitavano la Gran Bretagna, l’Irlanda e la Francia più di 2000 anni fa la notte tra il 31 ottobre e il 1 novembre coincidesse con la  festa di Samhain, letteralmente fine dell'estate, ovvero quel periodo che segnava la fine dei raccolti e l'inizio dell'inverno...non è un caso quindi che i colori oggi associati ad Halloween siano l’arancio come mietitura e il nero come oscurità

I celtici credevano che quella notte si aprisse una sorta di varco tra il nostro mondo e l’aldilà e che Samhain,  Signore delle Tenebre, chiamasse a sé tutti gli spiriti dei morti  mandandoli sulla terra per trovare dei corpi da possedere.
Per paura di venire catturati  in molti si travestivano con pelli di animali e costumi orribili e andavano in giro di casa in casa per  spaventare gli spiriti e farli scappare.

La festa di Samhain era legata alla natura e allo spiritismo e si era molto diffusa tra le popolazioni antiche ma cozzava con il Cristianesimo che si stava sempre più divulgando nell’Europa del Nord. Forse nel tentativo di allontanare quest’antico rituale dal paganesimo  nell’840 papa Gregorio IV decise di celebrare l’1 novembre come giorno di Ognissanti e così quella notte tra il 31 e l’1 si tinse di un nuovo significato.

Oggi Halloween non ha di per sé molto di spirituale o mistico, ma senza dubbio la magia della festa è sopravvissuta ai secoli trasformandosi però in qualcosa di più godereccio, legato al divertimento, all’osare con costumi e accessori stravaganti.

Le tradizioni più conosciute di Halloween sono sicuramente 2: Dolcetto o Scherzetto, che vede quel giorno milioni di  bambini vestiti da spiritelli, o vampiri o mostri andare di porta in porta in cerca di caramelle e dolciumi,  e Jack o'Lantern, ovvero l’usanza di intagliare delle zucche e porvi dentro delle candele. 

La pratica del Dolcetto o Scherzetto non può non farci pensare ai celtici che la notte del 31 ottobre si travestivano per cacciare gli spiriti dei morti ma molto probabilmente risente anche della consuetudine cristiana del IX secolo denominata souling, l’usanza secondo cui i bambini andavano elemosinando nei villaggi il cosiddetto dolce dell’anima (soul cake) in cambio del quale promettevano preghiere per favorire il passaggio dei defunti intrappolati nel Limbo al Paradiso.

Jack o’Lantern invece si lega probabilmente ad una leggenda irlandese.
Si racconta che Jack, un fabbro ubriacone ma al tempo stesso molto furbo,  la notte di Ognissanti  incontrò il diavolo e si prese gioco di lui. In cambio della sua anima chiese al diavolo un’ultima bevuta ma quando questi si trasformò in moneta Jack lo imprigionò nel suo borsellino accanto alla croce.
 Per farsi liberare il diavolo promise di non toccare l’anima di Jack per i successivi 10 anni.
Quando 10 anni dopo si ripresentò davanti a Jack ancora una volta questi riuscì a ingannarlo e imprigionarlo. Per ottenere la libertà il diavolo promise a Jack che una volta morto non avrebbe patito la dannazione eterna. Ma quando Jack morì i suoi peccati lo fecero rifiutare dal Paradiso, il suo patto cacciare dall’inferno e così gli restò solo da vagare per sempre.
Per riscaldarsi dal freddo della notte il diavolo gli lanciò un tizzone ardente che Jack mise all’interno di una rapa, rapa che si trasformò in zucca quando le gesta di Jack si spostarono dall’Irlanda all’ America!

Quale sia la vera origine di Halloween in realtà non ci è dato sapere, eppure qualcosa  è rimasto, qualcosa che ci avvicina in qualche modo ai secoli passati e che impregna Halloween di quell’atmosfera misteriosa che diciamocelo pure è anche uno degli aspetti più belli della festa.

In fondo la notte di Halloween è un po’ tutte queste storie, è  la notte di Jack o’Lantern che vaga per le vie in cerca del rifugio eterno , è la notte degli spiritelli, delle fate e delle streghe, è la notte dei bambini che si travestono da mostri, ma anche di noi adulti che ritorniamo bambini.

Caterina Vasi 

Ti potrebbero interessare anche:

Halloween: ferite alla The Walking Dead e make-up da paura

Jack O'Lantern: ecco come realizzare la zucca di Halloween

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.