Immigrazione e bambini

umanitaTutti siamo a conoscenza di continui arrivi d’immigrati sulle nostre coste, così come sappiamo degli arrivi alla Stazione Centrale di Milano. La mia attenzione è però dedicata ai bambini/e, ai giovani ragazzi e ragazze che raggiungono la nostra città, e che si trovano senza genitori. Nel 2014 sono sbarcati 24.000 minori, più di 12.000 senza nessun genitore, che fare? Impossibile non offrire loro assistenza, anche perché purtroppo sono le vittime innocenti della stupidità e avidità umana, i quali si trovano a pagare sulla loro pelle queste inutili sofferenze.  

Che cosa dice la nostra Legge in merito? Afferma che:

- In assenza di genitori o parenti adulti, il Tribunale deve nominare un tutore e lo Stato deve occuparsi per legge del loro mantenimento e della loro istruzione, attraverso i Comuni e le Associazioni private. Al costo pro capite di 75 euro al giorno. (per i maggiorenni l’importo è di trenta euro). Per legge i minori non possono essere rimpatriati.

Questo è quanto afferma la norma legislativa.

La realtà dunque è questa? Non proprio, infatti, alcuni rischiano di finire a fare lavori in nero per una paga irrisoria, altri, per fortuna pochi, accettano di prostituirsi per pochi euro, altri si affidano alla rete di solidarietà tra egiziani, i quali offrono a questi giovanissimi connazionali ospitalità nelle loro case, altri si portano, già di mattina presto, in via Dogana al n. 2, mettendosi in coda davanti allo sportello del Comune sperando in un buon esito della loro richiesta di un posto per dormire, poter lavarsi e mangiare, spesso però devono ritornare per altri giorni ancora, poiché sono favoriti i casi più bisognosi di attenzione e di cure, e i posti sono quelli che sono. Altri ancora preferiscono tentare la fuga per raggiungere diversi paesi europei.

La nostra città non manca di Cooperative e Associazioni di accoglienza, e il volontariato è molto presente, tuttavia il problema resta notevole.

Sono convinto che l’umanità debba fermarsi un attimo a riflettere seriamente su tutto quello che di male sta combinando, sulle inutili sofferenze che personaggi senza scrupoli, pieni di onnipotenza e per interessi economici, ritengono di portare sulla povera gente, ma ancor peggio sui bambini, che pagano un prezzo molto alto il loro diritto a vivere nella dignità e nella pace. Quali sentimenti questi giovani possono portarsi nel cuore? Così come sono da richiamare con energia quelle nazioni che si comportano come le tre scimmiette, “io non vedo, non sento, non parlo”, lasciando che l’ombra della morte colpisca con orrore e senza nessun ritegno ovunque.  Sino a quando?

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.