• Home
  • COSTUME
  • La Milano degli Ultimi: il lungo inverno dei clochard

La Milano degli Ultimi: il lungo inverno dei clochard

“… è Natale non soffrire più ….” recita un tipico canto natalizio, ma si sa che il Natale non è gioia e allegria e serenità e calore per tutti quanti. Quando arriva l’inverno, poi, la cosa si fa anche più seria perché il freddo aggrava situazioni di esistenza già ridotte agli stenti. Per non parlare poi della crisi, che arriva a sferzare il colpo finale.

Anche qui a Milano, nella capitale della moda, del lusso, dei soldi, il troppo luccichio del benessere spesso e volentieri abbaglia, distogliendo lo sguardo dall’altra Milano, quella degli Ultimi, la Milano dei Clochard, che fanno notizia solo quando non ce la fanno a sopravvivere al clima rigido invernale, e ne si trova il corpo ormai senza vita abbandonato su qualche panchina o androne. Che tristezza che possa succedere ancora qualcosa di simile.

Eppure la Milano dei Fasti un barlume di luce lo porta nelle vite buie dei Senza Fissa Dimora, che provengono addirittura da altri comuni e si accalcano nella metropoli, aggiungendosi a quelli ormai “di casa”, perché qui gli aiuti offerti dono tanti. C’è una vera e propria rete di servizi che si occupa proprio degli Ultimi, coordinata dalla Caritas cittadina. Non ci si limita alle mense, che contando solo quelle principale si arriva a una somministrazione di ben 5.500 pasti al giorno, bisogna aggiungerci anche svariati dormitori nonché assistenza sociale a 360° e sanitaria, oltre a tutta la solidarietà silenziosa che privatamente supporta queste persone, spesso e volentieri adottandole, in senso lato e stretto.

Bisogna specificare che ha diritto all’assistenza sanitaria e sociale continuativa solo chi risulta residente a Milano, e probabilmente qui un “perché?” sorge quasi spontaneo: forse che non ci si voglia/possa prendere carico delle fragilità più estreme che necessitano pesino di maggior supporto. Esordisce Pierfrancesco Majorino, assessore del Welfare: «Noi ci occupiamo dell’accoglienza e continueremo a farlo, convinti che per ragioni umanitarie e civili sia giusto farlo: ma chiediamo, viste le difficoltà e le richieste sempre maggiori che ci arrivano anche da fuori Milano, che questo ci venga riconosciuto con risorse straordinarie dal governo e dalla Regione» … quasi che fosse naturale ad essere Milano a farsi carico dei più bisognosi. E aggiunge, l’assessore: “Il paradosso è che mentre noi abbiamo istituito l’indirizzo per la residenza anagrafica dei senzatetto in zona 1, altri comuni lo eliminano.

Tant’è, i senzatetto censiti nella metropoli milanese sono ad oggi oltre 3mila, ma non tutti si rivolgono ai Servizi Sociali, spesso scegliendo di rimanere ai margini della società un po’per paura (come nel caso dei clandestini) un po’ per una filosofia di vita ormai radicata. E di questi più di nove su dieci sono uomini, che rispetto alle donne hanno più difficoltà a chiedere aiuto, anche solo all’interno della rete familiare. Ma non si può ignorare che molti di questi si sono ridotti in miseria a causa della crisi, aumentando di ben il 25% il numero dei clochard rispetto allo scorso anno.

Di bello c’è che Milano non si gira dall’altra parte per brindare e festeggiare ignorando ciò che accade intorno, e proprio nei periodi di maggior rigidità climatica rafforza i supporti, incrementando il numero dei posti letto (ben 2.700) e altre forme di aiuto.

Parto con l’elenco? vale la pena per scoprire quanto nel concreto la “Milano da Bere” si sia data e si dia ancora da fare per essere vicina ai bisognosi. Ecco il lungo elenco (ricco ma sicuramente incompleto):

Associazione cena dell'amicizia-  il nome prende spunto dalla cena inizialmente offerta ogni martedì presso la Parrocchia di S. Pio X in Via Villani ed attualmente presso la Parrocchia S. Pio V in Via Lattanzio a Milano, a persone Senza Dimora della città di Milano. Ormai l'Associazione dopo quarant’anni di operatività è arrivata a fornire un servizio completo offrendo un centro notturno di accoglienza, in grado di aiutare persone eterogenee per età, classe sociale e problematiche, per accompagnarle fino al reinserimento sociale seguendo progetti personalizzati.

Via Val di Bondo, 15 - 20161 Milano Tel. 02.33220600 

Opera San Francesco per i poveri - fondata nel 1959 dai Frati Cappuccini di Viale Piave a Milano, offre ai poveri assistenza gratuita e accoglienza, sia per soddisfare i bisogni primari e reali di persone in grave difficoltà, sia ascolto e protezione.

Viale Piave, 2 - 20129 Milano - Tel. 02 77122400 

Opera Cardinal Ferrari Onlus -centro diurno per l'assistenza agli emarginati indigenti e inabili al lavoro, ovvero anziani, persone senza fissa dimora, portatori di disagio psico-fisico oltre che sociale.

Via Giovanni Battista Boeri, 3 - 20141 Milano - tel. 02 8467411 

Caritas Ambrosiana Grave Emarginazione Adulta –Nasce a Milano nel 1974,dopo essere stataistituita in Italia nel 1971 per volere di Papa Paolo VI come organismo pastorale finalizzato a promuovere la testimonianza della carità all'interno della comunità, avvalendosi come strumento giuridico della Fondazione Charitas Ambrosiana già operativa in Diocesi dal 1949.

Via San Bernardino, 4 - 20123 Milano Tel. 02.67479017

Servizio Accoglienza Immigrati (SAI) di Caritas Ambrosiana– attivo dal 2002, opera inizialmente come sportello nella fase di regolarizzazione avvenuta secondo la legge Bossi Fini; oggi, in collaborazione  con l'Area Stranieri di Caritas Ambrosiana, si prefigge di offrire alle persone immigrate un riferimento per le problematiche legate al loro processo migratorio.

ViaGalvani, 16 - 20124 Milano Tel. 02 67380261 

-SAM Il Servizio di Accoglienza Milanese, attivo dal 1994 per instaurare un rapporto diretto con persone italiane prive di dimora e di precisi punti di riferimento nell'area milanese (città e hinterland), favorendo l'avvicinamento ai servizi sociosanitari territoriali, facendo da ponte con il territorio e, attraverso il lavoro di rete, consentendo di offrire risposte adeguate alle esigenze dellepersone incontrate.

Via Bergamini, 10 - 20122 Milano Tel. 02 58391582

Centro Francescano Maria della Passione onlus - Un centro completo dove poter usufruire di un Centro d'ascolto, una Scuola d'italiano 4 sere a settimana, della Mensa, che distribuisce pasti 7 giorni su 7 e delle docce e guardaroba per uomini e donne.
via Ponzio 75 - Milano - Tel. 02.70600763 

Associazione FIDES - Casa degli Amici -nata nel 1985 per iniziativa di padre Mario Lupano si dedica all'aiuto dei più deboli e degli emarginati.

Via Timavo, 68 - 20124 Milano Tel. 02.67.07.09.63

Associazione San Benedetto -(ASB) nasce nel 1992 per offrire aiuto a persone senza fissa dimora e gravemente emarginate che gravitavano intorno alla Parrocchia San Benedetto a Milano.
Via Caterina da Forlì, 19 - 20146 Milano

Centro S. Antonio  sono direttamente i frati francescani ad operare, gestendo nella loro sede una mensa, un centro di ascolto e una scuola di italiano per stranieri.
Via Maroncelli, 19 - 20154 Milano tel. 02 29005985 

Centro Solidarietà S. Marco –Fondato nel 1977 dal parroco Don Giovanni Marcandalli per fare qualcosa di concreto per i più deboli, utilizzando al meglio i talenti che Dio ci ha dato si impegna ad offrire alloggio a giovani uomini a rischio di grave emarginazione sociale e senza dimora, a malati di mente rifiutati dalla famiglia, a disoccupati, ad handicappati, ad alcolisti, a ragazzi borderline. All'accoglienza notturna si affiancano gli alloggi protetti.
P.za San Marco, 2 - 20121 Milano tel. 02 29000773 

Fondazione Fratelli S. Francesco d'Assisi -ormai da una decina di anni gestisce numerosi servizi sociali, nel rispetto della dignità della persona e del dovere di solidarietà sociale, garantendo sostegno alle persone  in difficoltà nonché libertà di scelta individuale tra le prestazioni erogabili.
Via Bertoni, 9 - 20121 Milano tel. 02 6254591 

Fondazione Casa della Carità - Angelo Abriani- persegue finalità sociali e culturali sin dal 2002 su iniziativa del cardinale Carlo Maria Martini e ha come garanti il sindaco e l'arcivescovo pro tempore della città di Milano. La principale attività consiste nell’ospitare e aver cura di persone in difficoltà.
Via Francesco Brambilla 10 - 20128 Milano Tel. 02 25935337

City Angels-Nascono nel 1994 a Milano per iniziativa di Mario Furlan con lo scopo di aiutare i più deboli (senzatetto, tossicomani, vittime della violenza, persone in difficoltà). Si riconoscono per il basco, simbolo delle forze Onu portatrici di pace, e per la giubba o maglietta rossa con il logo costituito da un'aquila che protegge la città
Via Teodosio 85 - 20131 Milano Tel d'emergenza 338 9564704 

SOS Stazione Centrale Centro diurno e serale Fondazione Exodus -inauguratonel maggio 1990 su un Protocollo d'Intesa fra la Fondazione Exodus e le Ferrovie dello Stato, dopo un periodo d'osservazione della città che rilevava un'altissima concentrazione di disagio e di grave emarginazione attorno alla stazione : una situazione di emergenza per gli emarginati e di invivibilità della zona.
Sottopasso Tonale, via Pergolesi 4 - 20124 Milano

Centro di aiuto stazione centrale -Il servizio, nato dalla collaborazione tra Comune di Milano e gli enti del privato sociale, è un punto di riferimento, ubicato presso la Stazione Centrale, particolarmente investita dal fenomeno della grave emarginazione. Fornisce aiuto a persone che devono soddisfare i propri bisogni primari (pasto, sistemazione notturna, ecc.). Il servizio ha compiti di osservazione, ascolto, orientamento, presa in carico finalizzata all'invio verso i servizi pubblici o convenzionati, collegati in rete.
Stazione Centrale Biglietteria Est, P.za Duca d'Aosta 1 - 20124 Milano Tel. 02 67391374

Croce Rossa Italiana -Nel gennaio 2001 il Comitato Provinciale di Milano della CRI istituisce un servizio di assistenza in strada rivolto ai senza tetto durante le ore notturne. Il personale volontario provvede ad offrire bevande calde zuccherate e brioche, dalle ore 22 alle 3 del mattino. Il tutto è svolto in collaborazione con le altre associazioni presenti sul territorio e con l'Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Milano, dove si tengono periodiche riunioni per coordinare gli interventi e suddividere le zone di competenza. 
e-mail:unitadistrada@crimilano.it

Rifugio cuore immacolato di Maria- Il primo rifugio creato in stazione centrale a Milano per i senza dimora da Fratel Ettore, mancato nel 2004.
Via Giovanni Battista Sammartini, 112 - 20125 Milano Tel. 02 66990847

E non si può dimenticare il prezioso servizio offerta dalla Fondazione Banco Alimentare Onlus, che  recupera le eccedenze alimentari di scuole, alberghi, ristoranti, mense di diverse ditte e le ridistribuisce gratuitamente ad associazioni ed enti caritativi.
Via Papa Giovanni XXIII  17  -  20053 Muggiò (MB) Fraz. Taccola Tel. 039 5972950

Di questa organizzazione esiste anche la “versione” - Banco Farmaceutico che dal 2000 grazie raccoglie i medicinali per ridistribuirli ai più bisognosi, grazie alla collaborazione tra la professionalità della Federfarma di Milano e l'esperienza nel settore sociale della Compagnia delle Opere.
viale Piceno, 18 - 20100 Milano Tel. 02 70104315 

Penso proprio che possiamo ritenerci orgogliosi di appartenere a questa città ma senza crogiolarci nel nostro brodo, bensì riflettendo sul fatto che Milano è fatta da gente come noi. Quindi, noi che contributo diamo a questo suo primato solidale e caritatevole?

Forse proprio ora che è Natale sarebbe un ottimo proposito impegnarci ad agire concretamente nel nostro piccolo, non a livello quantitativo quanto continuativo.

 

Buon Natale!

Chiara Colla
Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.