• Home
  • NEWS
  • Arcuri, mascherine chirurgiche in vendita a 50 centesimi: ecco dove trovarle

Arcuri, mascherine chirurgiche in vendita a 50 centesimi: ecco dove trovarle

Da lunedì 4 maggio in vendita mascherine chirurgiche a 50 centesimi in tutta Italia
Ad annunciare finalmente la vendita delle mascherine chirurgiche ad un prezzo calmierato è lo stesso commissario straordinario per l'emergenza coronavirus Domenico Arcuri che ha parlato della Fase 2 come la "sfida più difficile", il "secondo tempo di una partita che non sappiamo quanto durerà".

Lunedì 4 maggio

Da lunedì 4 maggio molti lavoratori torneranno alle loro attività (oltre 4 milioni di persone) e dalla medesima data del calendario saranno in vendita le mascherine a 50 centesimi, prezzo fisso voluto dal Governo per tutelare la salute dei cittadini e per bloccare le speculazioni in merito. 

Dove trovare le mascherine a 0.50

Grazie alla sottoscrizione di un accordo, si potranno trovare i dispositivi di sicurezza al prezzo massimo di 50 centesimi più Iva in farmacia, parafarmacia, alla coop, nelle catene dei supermercati (Confcommercio) e altre catene (Federdistribuzione). I punti vendita saranno all'inizio 50mila, a metà maggio con l'aggiunta dei tabaccai saranno 100mila.
"La relativa libertà che ognuno di noi sta per guadagnare deve essere governata dalla tutela della salute di tutti noi. - ha ricordato Domenico Arcuri - Chiediamo un supplemento di ulteriore responsabilità".

Mascherine e guanti gettati a terra

Restando in tema di responsabilità e senso civico non si può non segnalare il comportamento (o addirittura l'abitudine) di alcune persone di abbandonare a terra mascherine, guanti usa e getta, salviette e bottigliette di disinfettante vuote. Questi sono i "nuovi" rifiuti" che si trovano ormai quotidianamente alle uscite dei supermercati, sui marciapiedi, nei giardini.
Mancanza di rispetto verso il prossimo, verso l'ambiente e - anche se può non sembrare - verso se stessi che in quello stesso mondo sempre devono vivere. 
L'incivile gesto non solo inquina ma può contribuire alla diffusione del coronavirus. Come smaltire i suddetti materiali in modo corretto? Basta gettarli nell'indifferenziato (sacco nero o sacco grigio), meglio dentro un sacchetto chiuso.
 
 
Potrebbero interessarti anche:

Copyright © 2006 - 2020 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT11086080964